Troisi poeta Massimo

Troisi poeta Massimo, un percorso tra fotografie private, immagini d'archivio, locandine, audiovisivi e carteggi personali inediti che condurranno il pubblico nell'animo umano di Massimo.

 

Un Pulcinella senza maschera, come era stato definito, naturale erede di Eduardo e capace di attualizzare la tradizione partenopea, sfuggendone dai cliché. Una carrellata di ricordi, che, attraverso musica e immagini, metterà in risalto la poetica, le tematiche, le passioni e i successi di uno dei più grandi attori italiani. Un “mito mite”, un antieroe moderno e rivoluzionario, che più di altri ha saputo descrivere, con sincerità, leggerezza e ironia, i dubbi e le preoccupazioni delle nuove generazioni.

Non-ci-resta-che-piangere-Archivio-Appetito

L’esposizione, suddivisa in cinque ambienti, racconta in sequenza cronologica le tappe salienti della vita e della carriera dell’artista: l’infanzia trascorsa a San Giorgio a Cremano, la sua passione per il teatro, la popolarità improvvisa con il gruppo de La Smorfia, la carriera cinematografica come regista e attore. Filo conduttore della mostra, il lato più sensibile e intellettuale: Massimo è stato un poeta senza definirsi tale, ha scritto poesie già in tenera età per ritagliarsi spazi d’intimità negati da una famiglia numerosissima e ha chiuso il cerchio con Il Postino, film in cui la poesia non è solo testo, ma anche e soprattutto un modo di vivere, di vivere poeticamente.

Un omaggio affettuoso per ricordare, a 25 anni dalla sua scomparsa, uno dei più grandi talenti comici italiani di tutti i tempi.

Indirizzo: Roma, via Piacenza 1
Costo: gratis
Sito ufficiale: www.archivioluce.com

 

Luogo
Lazio
Parole chiave
arte, cinema, mostra, Roma, teatro

Eventi simili

Eventi

Festival Internazionale di Nervi

Liguria
Mostra
2 —
20 luglio

  Newsletter