L’uva: regina d’autunno

L’uva, regina dell’autunno, è anche regina sulla tavola italiana. Una frutta dolce, ma che può essere utilizzata in innumerevoli piatti. Ecco in esclusiva per i lettori de “La Tua Italia” un menu completo a base di uva.

 

Insalata settembrina con uva, salmone al timo e noci

Un’insalata a base d’uva, il frutto del mese di Settembre. Per contrastare il sapore dolce dell’uva bianca e nera ho voluto aggiunto delle foglioline dal gusto deciso come lo spinacio e la portulaca, appena raccolta nel mio giardino che ne è invaso. Il salmone invece l’ho cotto nel modo più semplice possibile, cioè alla piastra con un pizzico di timo fresco.

– 200 grammi di Salmone
– 1 pizzico di Timo, fresco
– 5 cucchiai da tavola di Olio extravergine d’oliva (EVO)
– 1 pizzico di Sale
– 2 cucchiai da tavola di Aceto di mele
– 1 cucchiaio da tè di Senape
– 100 grammi di Uva
– 50 grammi di Spinaci
– 50 grammi di Lattuga
– 20 grammi di Portulaca
– 30 grammi di Noci, sgusciate
– 80 grammi di Cetrioli
– 1 pizzico di Pepe nero
  • In una padella ho fatto scaldare l’olio e vi ho sistemato il salmone, in modo che la parte con la pelle fosse a contatto con la pentola, aggiungendo un pizzico di timo fresco. Quando è risultato cotto l’ho leggermente salato, ho spento il fuoco e l’ho tagliato a pezzetti.
  • Nel frattempo ho lavato e asciugato bene le foglioline di spinacio, di portulaca e di lattughino e le ho versate in una insalatiera. Ho lavato anche l’uva, ho tagliato a metà ciascun acino e vi ho tolto i semi. Nell’insalatiera ho aggiunto alle insalate l’uva, i gherigli di noce ed il cetriolo sbucciato e tagliato a fettine sottili.
  • In un vasetto con il coperchio ho preparato la vinaigrette: ho versato l’olio, il sale, il pepe, l’aceto e la senape e ho sbattuto bene per alcuni secondi in modo tale da ottenere un condimento omogeneo. Infine ho versato la vinaigrette sull’insalata, aggiunto i pezzetti di salmone al timo e servito subito in tavola.

 

Polpette con sarde, uvetta e pinoli

Le polpette con le sarde sono un piatto tipico della cucina siciliana, come del resto anche le più famose sarde a beccafico. Esistono moltissime ricette di polpette con le sarde, molte delle quali con il sugo di pomodoro. Volendo assaporarle “in purezza” ho provato la versione più semplice, fritte e mangiate senza sughetto.

– 300 grammi di Sarde
– 1 Uova
– 3 cucchiai da tavola di Pangrattato
– 1 cucchiaio da tavola di Uvetta, ammollata in acqua tiepida
– 1 cucchiaio da tavola di Pinoli
– 1 presa di Sale integrale
– 1 presa di Pepe nero, macinato fresco
– 500 millilitri di Olio di semi per frittura
– 1 cucchiaio da tavola di Parmigiano Reggiano
  • Pulire le sarde eliminando la testa, le interiora, la lisca centrale compresa la coda e tagliare i filetti ottenuti al coltello grossolanamente. In una ciotola sbattere l’uovo, unire il parmigiano, il pangrattato, l’uvetta, i pinoli, le sarde, aggiustare di sale e pepe e amalgamare bene.
  • Formare delle piccole palline e friggerle in olio ben caldo. Servire.

 

Sugali

Una specialità autunnale ferrarese. Si tratta di un budino o crema di mosto d’uva, un dolce povero, originario delle campagne della bassa pianura emiliana. Estremamente veloce da preparare è realizzato con pochissimi ingredienti.

– 1 litro di Mosto
– 3 cucchiai da tavola di Zucchero
– 4 cucchiai da tavola di Farina
  • Unire in una pentola farina setacciata e zucchero.
  • Poco alla volta versare a filo il mosto e mescolare per bene in modo che non si formino grumi. Mettere sul fuoco e aspettare che si addensi, continuando a mescolare. Appena prende il bollore aspettare un minuto e spegnere la fiamma. Versare negli stampi e farlo raffreddare.

Si ringrazia il portale worldrecipes.expo2015.org

 

Parole chiave
gastronomia, ricetta

Materiali simili

Enogastronomia

I segreti della pasticceria siciliana

Sicilia
Mostra
Enogastronomia

La pasta di Sardegna

Sardegna
Mostra
Enogastronomia

L’Enogastronomia della Riviera di Ulisse

Lazio
Mostra
Enogastronomia

Il tartufo nero di Norcia

Umbria
Mostra
Enogastronomia

Sagre italiane di luglio

Mostra
Enogastronomia

Lo zafferano d’Abruzzo

Abruzzo
Mostra
Enogastronomia

  Newsletter