3 borghi del Veneto: Montagnana, Cison di Valmarino e Portobuffolè

Il 2017, proclamato l’Anno dei Borghi, è un'occasione per questi luoghi di far conoscere la loro storia, cultura e tradizione e per i turisti di riscoprire territori meravigliosi.

 

Il Veneto ha un infinito patrimonio di ricchezze che attendono il turista. E i borghi storici sono uno degli elementi principali, dove scoprire le radici profonde di questa meravigliosa terra. Ecco selezionati per voi dei borghi da non perdere.

Montagnana

Le alte mura di cinta di Montagnana circondano il cuore di uno dei centri storici più belli del Veneto.

Il complesso difensivo che fa di Montagnana un perfetto esempio di roccaforte medievale si sviluppa a partire dal ‘300, al tempo della dominazione della famiglia dei Carraresi: da visitare le possenti mura, di circa un metro di spessore, circondate da un fossato che oggi ospita un ampio vallo verde.

Oltre alla straordinaria fortificazione c’è ancora molto da vedere a Montagnana. Appena fuori Porta Padova, ad esempio, incontriamo Villa Pisani, dimora edificata attorno al 1550 sul progetto del Palladio e che si differenzia dalla tipica villa di campagna in quanto inserita nel centro storico. Accanto si trovano Castello di San Zeno e Palazzo Giusti Sammartini. Notevole è anche l’antico Monte di Pietà, uno dei più bei palazzi del Settecento, affiancato da Palazzo Valeri e dall’attiguo edificio abbellito da due camini in stile veneziano.

 

Cison di Valmarino

Cison di Valmarino fa parte del club
dei Borghi più belli d’Italia.

Ha origini antiche, risalenti ai longobardi, e conserva numerosi resti archeologici e chiese di pregio (come la chiesa dei Santi Giovanni Battista e Maria Assunta). Da visitare anche il Palazzo di Montalbano.

Castelbrando, infine, è la fortezza che si erge sopra il paese e le sue aree rurali e industriali, dominando l’intera vallata.

 

Portobuffolè

Portobuffolè è un piccolo gioiello medievale a pochi chilometri da Treviso, inserita tra i Borghi più belli d’Italia.

Si entra nel centro storico dalla Porta Trevisana, distrutta nel 1918, e subito si presenta la piccola e raffinata Piazza Beccaro, circondata da palazzi dalle importanti facciate, alcune delle quali affrescate. Da questa piazza si arriva alla splendida dimora trecentesca di Gaia da Camino, nobildonna colta e affascinante immortalata da Dante nel sedicesimo canto del Purgatorio. All’interno del palazzo si possono ammirare affreschi del XIV secolo che ritraggono guerrieri e personaggi del tardo medioevo e il Museo del ciclismo.

Fu con il dominio veneziano che la città conobbe il periodo di maggior splendore diventando un importante scalo fluviale. Nell’incantevole centro storico, oltre alla casa-museo di Gaia da Camino, sono da ammirare la Dogana, il Monte di Pietà, la Loggia comunale, rifacimento del fondaco gotico, e il Duomo, che prima di diventare chiesa cristiana era una sinagoga ebraica. Al suo interno è conservato un crocefisso ligneo del ‘400 di scuola tedesca e uno splendido organo della casa Callido di Venezia con 472 canne.

 

Luogo
Veneto
Parole chiave
borghi

Materiali simili

Dove Andare

3 borghi del Lazio: Civita di Bagnoregio, Calcata e Castel Gandolfo

Lazio
Mostra
Arte e Cultura

Petralia Soprana: servizio speciale dal Borgo più bello d’Italia 2019

Sicilia
Mostra
Dove Andare

I borghi della Costiera Amalfitana

Campania
Mostra
Dove Andare

Un weekend tra… i borghi del Salento

Puglia
Mostra
Dove Andare

Alla scoperta dell’entroterra della Sardegna

Sardegna
Mostra
Dove Andare

Gradara: il Borgo dei Borghi 2018

Marche
Mostra
Dove Andare

  Newsletter