L’isola de Li Galli

Li Galli è un piccolo arcipelago appartenente al comune di Positano, distante circa tre miglia dalla costa, e costituito da tre isolotti: il Gallo lungo, la Rotonda e la Castelluccia.

 

Il nome originale è quello di “Sirenuse”, associato alla sirene: queste ultime rappresentano nella mitologia greca gli ostacoli e i pericoli alla navigazione ed è proprio in quel tratto di mare che le correnti portavano spesso le imbarcazioni a schiantarsi contro di esse, naufragando. Si vuole che il nome Li Galli derivi dalla iconografia delle Sirene nell’arte figurata greca arcaica, nella quale vengono immaginate metà donna e metà uccello: le Sirene «greche» quindi non vanno confuse con le Sirene metà donna e metà pesce della fantasia popolare.

L’accostamento più immediato che si può fare con le sirene «pennute» è quindi quella della gallina o del gallo: da qui il nome Li Galli ancora oggi utilizzato.

L’Isola del Gallo Lungo ha una storia gloriosa, strettamente legata alla Russia: qui hanno abitato il coreografo e ballerino Leonide Massine e successivamente il grande Rudolf Nurejev.

È impossibile visitarla, poiché è proprietà privata, ma nulla vieta di contemplarla in tutta la sua bellezza dal mare, magari con una breve crociera per ammirare le splendide ville presenti e i meravigliosi fondali che costeggiano l’isola.

Si dice che Nurajev, innamorato dell’isola, fu visto la sera prima di lasciarla baciare più volte gli scogli selvaggi divenuti suo rifugio.

 

Luogo
Campania
Parole chiave
Campania, isola, Li Galli

Materiali simili

Arte e Cultura

10 capolavori del Museo Capodimonte a Napoli

Campania
Mostra
Enogastronomia

Le ricette della cucina caprese

Campania
Mostra
Dove Andare

Grado, l’isola d’oro

Friuli-Venezia-Giulia
Mostra
Enogastronomia

La mozzarella di bufala campana DOP

Campania
Mostra
Dove Andare

  Newsletter