“Siamo molto orgogliosi della nostra offerta turistica” – intervista al presidente Ugo Rossi

L’aria fresca e trasparente delle Dolomiti, il lago di Garda, i vigneti sono solo alcune tra le meraviglie del Trentino. Ugo Rossi, Presidente della provincia autonoma di Trento, racconta i luoghi più suggestivi del territorio.

 

Signor presidente, le andrebbe di condividere con noi il motivo della sua visita a Mosca?

È appena terminata la mostra dei presepi natalizi trentini al museo diocesano della cattedrale di Cristo Salvatore, abbiamo quindi pensato di legare a questa possibilità una visita in modo da coniugare un aspetto economico-commerciale con uno turistico. Questa mattina abbiamo incontrato il Patriarca nell’ambito di questa iniziativa, in modo da favorire dialogo interreligioso ed una esperienza culturale inclusiva. Ieri, abbiamo incontrato alcuni rappresentanti dell’Agenzia per le innovazioni della città di Mosca con i quali siamo interessati ad esplorare sul fronte dell’innovazione e soprattutto delle tecnologie legate al nostro istituto di ricerca. Oggi, con l’ausilio dell’Ambasciatore, abbiamo avuto la possibilità di incontrare tour operator e operatori di trasposto russi.

Intende la compagnia aerea S7? Ha già qualche idea sulla collaborazione?

Ci sono già collaborazioni importanti per i collegamenti giornalieri con l’aeroporto di Verona. Ci è stato confermato da parte della compagnia aerea un ottimo andamento di questa tratta: vuol dire che vogliono continuare a investire a questa direzione: l’obbiettivo è di accompagnare la ripresa dell’economia russa con un flusso di turisti che ritorni ai livelli pre-crisi.

Trento

Se non mi sbaglio, è l’aeroporto più vicino alla regione di Trento?

Sì. Verona dista un’ora di strada da Trento. Comodo. E molto vicina anche a Venezia.

Potrebbe in breve raccontare che cosa si presenta la regione autonoma di Trento per i nostri lettori?

La provincia di Trento si trova nel nord d’Italia, al sud delle Alpi. È interamente montuosa, ha un territorio incontaminato e offre molte possibilità sotto profilo ricreativo e sportivo. Sono località turistiche di grande livello e di alta qualità, dove si pratica lo sci alpino da sempre e dove si svolgono anche le gare della coppa del mondo. Ha inoltre una peculiarità: abbiamo il lago più grande d’Italia, dove si pratica la vela e windsurf al massimo livello mondiale. Da noi vengono ad allenarsi i grandi campioni di questo sport. Lì c’è un clima molto mite, fatto di primavere molto più calde, rispetto al resto della regione, e di un’estate invece molto fresca, dove è piacevolissimo vivere. Ci sono strutture turistiche di grande qualità, e poi abbiamo un territorio, dove la natura, il rispetto per l’ambiente, l’edilizia sostenibile, i prodotti agroalimentari puliti, la possibilità di fare sport all’aria aperta fanno da padrone. È un territorio particolarmente adatto per chi vuole abbinare la qualità delle infrastrutture alberghiere con la possibilità di godere la natura. Siamo molto impegnati su questo e molto orgogliosi della nostra offerta turistica.


Nago-Torbole, lago di Garda

Ho sentito che il turismo enogastronomico è molto diffuso nella vostra regione?

Naturalmente, vivere bene significa anche poter godere della cucina. La nostra cucina è a cavallo tra la quella mediterranea e quella tedesca, per non parlare delle nostre cantine che offrono vini di grandissima qualità. Famosissimo è lo spumante trentino dal nome Trento DOC, competitivo con i migliori champagne mondiali, e che ha un ottimo successo su tutti i mercati del mondo e che ci dà grande soddisfazione.

Devo dire, che a Mosca sono molto di moda i vini autoctoni, quelli trentini sono molto in voga.

È vero. Fa piacere sentire che i nostri vini siano di vostro gradimento.

Qual è il suo posto preferito nella regione?

In teoria il presidente non dovrebbe avere i posti preferiti. Però, come ho detto prima, ci sono posti assolutamente da vedere come le Dolomiti, la parte occidentale del Trentino dove ci sono le montagne che si avvicinano a 4000 metri con ghiacciai (e la possibilità di praticare sci estivo) e, naturalmente, il lago di Garda. Ci sono anche altre valli degne di nota che sono molto meno sviluppate dal punto di vista turistico e, infine, consiglierei una passeggiata a Rovereto dove è presente un museo d’arte moderna di spessore.

Grazie per la intervista è buon soggiorno a Mosca!

 

Luogo
Trentino-Alto-Adige
Parole chiave
intervista, Trentino, Trento

Materiali simili

Enogastronomia

“Il mio amore per l’Italia è metafisico”, – intervista con Anatoly Korneev, fondatore della società Simple

Mostra
Enogastronomia

“La mia missione è inserire elementi italiani nella tradizione culinaria russa” – Intervista allo chef Uilliam Lamberti

Mostra
Dove Andare

“Abbiamo tutto ciò che vi serve” – l’intervista con il presidente Stefano Bonaccini

Emilia-Romagna
Mostra
Enogastronomia

“Rispettare il cibo significa rispettare il mondo” – Intervista allo Chef Nino Graziano

Mostra
Arte e Cultura

“Architettura. Paesaggio. Bellezza” – Intervista all’architetto Sergey Choban

Mostra
Dove Andare

Sciare in Trentino: i comprensori sciistici

Trentino-Alto-Adige
Mostra
Dove Andare

  Newsletter