L’Alta Badia

Le Dolomiti sono, a detta di molti, tra le più belle montagne del mondo. Il famoso architetto Le Corbusier (Svizzera 1887 -Francia 1965) le definì ad esempio: „la più bella architettura naturale del mondo“. Più chiare, più ricche di luce e colore, più monumentali di altre catene sembrano infatti realizzazioni architettoniche.

 

Per scoprire il fascino dell’incantato mondo dolomitico, l’Alta Badia è punto di partenza ideale, trovandosi proprio al centro di esso.

L’area sciistica Alta Badia, tra i 1.400 ed i 2.700 m slm offre 130 km di piste per tutti i gusti e tutte le capacità. La loro particolarità deriva dall’innevamento sempre perfetto e dallo scenario tutt’intorno, che è fra i più straordinari delle Alpi. Il silenzio della natura, le imponenti vette dolomitiche e la possibilità di apprezzare la quiete dell’ambiente circostante (riconosciuto dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità) sono alcune delle prerogative.

Alta Badia / Shutterstock.com

E per chi preferisce la quiete dei boschi per allontanarsi dal movimento delle piste da sci, l’Alta Badia offre 80 km di sentieri ben segnalati, dove praticare le escursioni nella natura innevata. Se amate le passeggiate invernali, questo è il posto giusto per voi.

 

Corvara

Corvara è il cuore dell’Alta Badia, dove il monte Sassongher si erge maestoso in tutta la sua bellezza. Moderni impianti di risalita consentono di raggiungere i 2.000 metri di quota, dove la vista spazia fino alla Marmolada e alle alpi austriache. Piste da sci rosse e azzurre sono motivo di entusiasmo per gli amanti degli sport sulla neve. Tra le più note sono da annoverare la pista Vallon – Boè e la pista Col Alto. Proprio a Corvara si danno appuntamento gli sportivi più esigenti, coloro che, sci ai piedi, partono verso il Sella Ronda o il Giro della Grande Guerra. Lasciatevi sorprendere dall’ambiente surreale. Gli amanti delle vacanze attive sono i benvenuti per divertenti escursioni sulla neve o lunghe ciaspolate.

Corvara, Alta Badia / Shutterstock.com

Il territorio è uno dei più apprezzati dal punto di vista naturalistico. Già nel 18° secolo gli abitanti del posto accompagnavano i primi visitatori sulle vette dolomitiche circostanti. Ancora oggi il paesaggio consente di fare piacevoli escursioni nella natura, soprattutto durante il periodo estivo. Terminata la stagione invernale, quando la neve è ormai sciolta, Corvara offre infatti una varietà naturalistica pronta per essere esplorata. Ce n’è per tutti i gusti! Si parte dal fondovalle, per chi preferisce camminate semplici e rilassanti, fino ad arrivare a quelle più impegnative che conducono alla cima del Sassongher e del Piz Boé.

 

Colfosco

Colfosco, Alta Badia / Shutterstock.com

Colfosco si trova a 1.645 metri s.l.m.. La sua notorietà deriva, fra le altre cose, dalla vantaggiosa posizione geografica, che consente di partire alla volta del Sella Ronda, intorno al massiccio del Sella. Annualmente sportivi di ogni dove si danno appuntamento proprio qui, per partire, sci ai piedi, verso una delle escursioni più impegnative e affascinanti delle Dolomiti. A portata di mano anche le sciate fuori pista, per vivere momenti di adrenalina pura e divertimento senza limiti. Per chi invece cerca quiete e relax, i sentieri fra boschi innevati sono davvero molteplici. Per le escursioni a piedi o con le ciaspole, qui avrete sicuramente l’imbarazzo della scelta.

Vi consigliamo Colfosco anche durante la bella stagione. Il territorio si alterna fra prati, boschi e dolci pendii, formando un insieme affascinante di panorami irresistibili. Sono gli amanti delle escursioni a trarne il maggior beneficio. Addentrarsi nella natura più nascosta sarà motivo di sorpresa. Il cammino conduce nel Parco Naturale Puez Odle, dove sentieri ben segnalati riservano piacevoli passeggiate; il Gruppo del Sella invece attende gli escursionisti più esperti, con la sua Val Mezdì e il Pisciadù.

Il territorio riserva piacevoli sorprese anche dal punto di vista culturale. Basti pensare ad esempio alla piccola Chiesa gotica dedicata a San Vigilio. La sua particolarità è il campanile a cipolla, sul cui sfondo si erge il Gruppo del Sella, un’immagine affascinante che attrae numerosi fotografi e amanti del bello.

 

San Cassiano

San Cassiano, Alta Badia / Shutterstock.com

San Cassiano offre stupendi sentieri, che conducono attraverso scenari inaspettati, sia d’estate che d’inverno. Collocato ai piedi delle Conturines, del Lavarella e del Lagazuoi, il comune si distingue per le numerose possibilità di praticare sport all’aria aperta. D’inverno il territorio è completamente innevato ed è un vero paradiso per tutti gli sciatori. D’estate il clima mite consente di praticare sport e attività all’aria aperta, per chi ama vivere la natura in tutta la sua bellezza.

Non perdetevi inoltre una visita alla chiesa del paese, dove potrete ammirare un antico dipinto del 1876, realizzato da Franz Rudiferia e raffigurante il Creatore dell’Universo.

 

Antermoia

Antermoia sorge a 1.515 metri s.l.m. ed è dominato dallo straordinario Sasso Pütia. La sua posizione, all’ingresso del parco naturale Puez-Odle, è sinonimo di pace e tranquillità. I visitatori provengono da ogni dove, sin dalla notte dei tempi. Il paese vanta infatti una lunga tradizione turistica, grazie alla presenza di alcuni bagni dall’acqua solforosa, i “Bagni Valdander” che si trovano alla periferia dell’abitato, in una zona boscosa. Trattasi di un’acqua minerale proveniente da rocce calcaree, le cui proprietà terapeutiche sono molteplici.

Lago d’Antermoia, Alta Badia / Shutterstock.com

Antermoia offre inoltre la possibilità di praticare sport sulla neve e all’aria aperta. Proprio nel centro del paese è possibile prendere la sciovia che conduce alle vicine piste da sci, particolarmente adatte a famiglie con bambini e principianti. La zona è molto apprezzata anche d’estate, quando sentieri verdeggianti conducono nei meandri di un paesaggio naturale unico nel suo genere.

Come arrivare

In aereo
Gli aeroporti più vicini all’Alta Badia sono:

In treno
Le stazioni ferroviarie più vicine all’Alta Badia:

  • Brunico – 38 Km
  • Bressanone – 70 Km
  • Bolzano (via Passo Gardena) – 72 Km
  • Bolzano (via Brunico) – 100

In auto

Autostrada A22:

  • Autostrada A22 del Brennero fino all’uscita Varna-Bressanone; statale SS49 della Val Pusteria (Brunico) fino all’incrocio di San Lorenzo; statale SS244 della Val Badia; dopo 24 Km si raggiunge località La Valle.
  • Autostrada A22 del Brennero fino all’uscita di Chiusa, statale della Val Gardena, Passo Gardena e si raggiunge Colfosco.

Autostrada A27:

  • Autostrada A27 fino all’uscita di Belluno; statale SS51 per Cortina d’Ampezzo, Passo Falzarego e Valparola per raggiungere San Cassiano.
  • Autostrada A27 fino all’uscita di Ponte nelle Alpi; Statale SS203 dell’Agordino, Arabba, Passo Campolongo fino a Corvara.
* foto copertina © PHOTOMDP / Shutterstock.com
Luogo
Trentino-Alto-Adige
Parole chiave
Alta Badia, Alto Adige, Dolomiti, neve, Trentino, UNESCO

Materiali simili

Dove Andare

La Val di Susa

Piemonte
Mostra
Dove Andare

La Val Gardena

Trentino-Alto-Adige
Mostra
Dove Andare

San Martino di Castrozza: l’autenticità della Montagna, l’energia della Natura

Trentino-Alto-Adige
Mostra
Arte e Cultura

Le Opere di difesa veneziane entrano nella lista Unesco del patrimonio dell’Umanità

Friuli-Venezia-Giulia, Veneto, Lombardia
Mostra
Dove Andare

Kronplatz – Plan de Corones

Trentino-Alto-Adige, Veneto
Mostra
Dove Andare

Un weekend a… Ravenna

Emilia-Romagna
Mostra
Dove Andare

  Newsletter