L’ITALIA IN GIALLO

Nella Redazione de “La Tua Italia” abbiamo avviato un gioco: associare a ogni colore un’opera d’arte, un capo di moda, un’opera architettonica o di design, un piatto tipico e, infine, un paesaggio italiano.

 

Qui una selezione delle idee più originali e interessanti che sono emerse: l’Italia in giallo!

E voi che ne pensate? Provate anche voi a costruire la vostra “Italia a colori” e condividetela su Facebook e Vkontakte!

 

Arte – “Il bacio di Giuda” di Giotto

Fonte: epadova.com

Uno dei grandi capolavori di Giotto, facente parte del ciclo della Cappella degli Scrovegni a Padova sulle storie della Passione di Gesù. Il colore giallo assume un ruolo predominante nell’opera: giallo è il mantello di Giuda, al centro della scena, che si sporge in avanti per baciare Gesù in modo da permettere alle guardie di riconoscerlo e catturarlo. Il volto di Giuda è trasfigurato in una maschera bestiale e il suo sguardo è immobile e intenso. L’immagine, unita al colore, aumenta il dramma della scena.

 

La moda – Il giallo Fendi

Il giallo è uno dei tratti distintivi della maison Fendi, presente nei rivestimenti interni delle borsette, ma anche nei cartellini dei prodotti e in tutta la sua grafica. Questo colore, tra l’ocra e il giallo paglierino, è nata nel 1933 con il lancio di Pergamena, una pelle gialla molto lavorata che è diventato il simbolo del brand romano. Un brand che rinasce anno dopo anno unendo tradizione e innovazione, come ha dimostrato la recente meravigliosa sfilata alla Fontana di Trevi a Roma.

 

Il design – La filigrana sarda

Gialla come il sole, la filigrana d’oro è un raffinato ricamo che produce monili e gioielli di pregio unico. Secondo la tradizione, erano le fate (janas) a tessere sotto la luna i fili di luce per farne dei gioielli. La tecnica, antica, si diffonde in Sardegna già dal 1400, ma i primi gioielli realizzati interamente in filigrana risalgono al 1700. I fili d’oro e d’argento sono presenti anche nel costume tradizionale sardo, adornato con bottoni, catene e ricami.

 

La cucina – Il risotto allo zafferano di Gualtiero Marchesi

Foto: reportergourmet.com

Il risotto “oro e zafferano” di Guglielmo Marchesi: il Maestro indiscusso della cucina italiana, che l’ha elevata a vera e propria arte. La ricetta e l’esatta tecnica di preparazione è mantenuta segreta dal suo ideatore, che l’avrebbe cambiata varie volte nel corso della sua storia. Colpisce, oltre al profumo inconfondibile dello zafferano, la foglia d’oro che orna il centro del piatto impreziosendolo.

 

Il panorama – La ginestra

Meraviglioso fiore dal colore giallo vivo e dal profumo avvolgente, la ginestra è presente nei paesaggi di tutta Italia. Simbolo della bellezza che resiste a tutto, nel paesaggio desertificato e lunare del Vesuvio, è la ginestra nei versi meravigliosi del poeta Giacomo Leopardi , che proprio con un’ode al fiore firma il proprio testamento spirituale.

Una curiosità: nel Sud Italia (specialmente in Calabria e in Basilicata) è tipica la tessitura della ginestra! Attraverso un lungo processo di bollitura, lavorazione e filatura fatta tradizionalmente a mano dalle donne si ottengono corde, teli e tessuti per realizzare borse e vestiti.

 

Parole chiave
arte, colore, design, moda

Materiali simili

Made in Italy

“La sartoria italiana è arte, cultura e tradizione” – Intervista a Maurizio Marinella

Campania
Mostra
Arte e Cultura

Roma sotterranea: le catacombe

Lazio
Mostra
Made in Italy

L’Italia in verde

Mostra
Arte e Cultura

La Cappella Sistina della street art: Ostiense District

Lazio
Mostra
Made in Italy

L’Italia in blu

Mostra
Made in Italy

Toscana fashion: 5 musei dedicati alla moda

Toscana
Mostra
Made in Italy

  Newsletter