10 ragioni per visitare Brescia

"Longobardi in Italia: i luoghi del potere" è il titolo assegnato alle opere del centro storico di Brescia dichiarate patrimonio mondiale dell'umanità dall'Unesco. Ma Brescia non è solo storia! Ecco 10 ragioni per visitare la città.

 

Il centro storico

L’area monumentale del foro romano, il complesso monastero di San Salvatore e Santa Giulia sono stati dichiarati dall’Unesco patrimoni mondiali dell’umanità, facenti parte del sito “Longobardi in Italia: i luoghi del potere”. E facendovi un giro si capisce il perché di tale importante nomina: il complesso archeologico è uno dei più grandi e ben conservati edifici pubblici di epoca romana e la basilica voluta da Desiderio, re longobardo, è un ottimo esempio di architettura altomedioevale. Nelle vicinanze non si può non rimanere estasiati alla vista dei resti del Capitolium, tempio risalente al periodo romano che affaccia su Piazza del Foro, e vicino a esso il teatro romano. Se passeggiate lungo Corso Zanardelli, storica via pedonale dello shopping che attraversa la città, potete poi ammirare il Teatro Grande, uno dei principali teatri, che oggi ospita moltissimi concerti e festival, il cui nome è stato scelto in onore di Napoleone Bonaparte.

 

Le cattedrali

A Brescia si può ammirare il Duomo Vecchio, di forma circolare, e quello Nuovo, costruiti in periodi differenti. Si trovano l’uno accanto all’altro e si contendono la scena. Sì, perché entrambi meritano una visita, per la bellezza delle architetture, diversissime, e il ricco patrimonio di opere d’arte che custodiscono. La cupola decorata e solenne, l’altare di Jacopo Palma il Giovane e gli antichi organi a canne del Nuovo, la suggestiva cripta di San Filastrio e la Platea di Santa Maria del Vecchio, sono solo alcuni dei loro tesori. Entrambe le chiese si trovano nella suggestiva Piazza Paolo VI, una delle principali piazze della città, così intitolata in onore del papa bresciano Paolo VI. Da qui è possibile ammirare inoltre numerosi palazzi, tra cui il Broletto, che oggi ospita gli uffici comunali, la loggia delle Grida e la Torre del Pegol, magari sorseggiando un buon bicchiere di vino locale nei numerosi ristoranti e bar che animano la piazza. Ma Brescia è ricchissima di chiese: San Giovanni Evangelista, San Francesco e Santa Maria delle Grazie sono solo alcune!

 

I tesori

Chiesa di Santa Maria in Solario

Basta entrare nella Chiesa di Santa Maria in Solario per rimanere conquistati dalla straordinaria bellezza degli affreschi di Floriano Ferramola, che impreziosiscono pareti e volta del sacello, e al centro, in bella mostra, spicca la Croce di Desiderio, un capolavoro di oreficeria longobarda, interamente decorata con gemme, cammei e vetri colorati. Entrambi si scoprono seguendo il percorso espositivo del Museo di Santa Giulia, ospitato all’interno del monastero che porta il medesimo nome, che conserva anche pregevoli monumenti funebri, come il Mausoleo Martinengo e il Monumento di Nicolò Orsini, oltre che gioielli, armature, affreschi e la statua della Vittoria Alata, simbolo di Brescia. La città si è sviluppata di continuo per circa tremila anni, perciò passeggiando per le strade è possibile vedere diversi stili architettonici e moltissimi sono i reperti archeologici, ad esempio, nella zona sottostante il museo potete ammirare le Domus dell’Ortaglia, abitazioni del periodo romano ottimamente conservate.

 

Le auto d’epoca

Cultori di auto d’epoca? Appassionati di gare automobilistiche? Brescia è la città che fa per voi! Da qui parte la mitica Mille Miglia, corsa che si sviluppa lungo il territorio italiano, da Brescia a Roma, e che ha reso famosi in tutto il mondo marchi di auto come Alfa Romeo, Lancia e Ferrari. La corsa è annuale, ma se non visitate Brescia durante la gara, non preoccupatevi: potete visitare il Museo delle Mille Miglia che ne celebra le glorie e le atmosfere, rievocando le edizioni passate. Troverete persino alcune macchine storiche che vi parteciparono.

 

Le piazze

Piazza della Loggia

Piazza della Loggia è sicuramente una delle più belle piazze cittadine, riconoscibile dall’elegante Palazzo della Loggia, sede del Comune della città. Attorno alla piazza si trovano edifici tipici dell’epoca veneziana, ma la vera caratteristica è la torretta dell’Orologio, così denominata appunto per la presenza di un orologio che presenta due statue maschili che i bresciani chiamano, in dialetto, “i macc de le ure”, i “matti delle ore”, figure meccaniche che scandiscono le ore battendo un martello sulla campana posta in cima. Dopo aver osservato anche le altre particolarità di questa piazza potete rilassarvi e perché no, fare un po’ di shopping, lungo gli storici Portici Dieci Giornate, così chiamati in memoria della resistenza cittadina contro gli occupanti austriaci del 1849. Dalla Loggia in pochi minuti potete arrivare alla medievale torre della Pallata e osservare la sua allegorica fontana, e raggiungere l’adiacente Piazza Vittoria, dalla tipica architettura fascista, nella quale ancora oggi è collocato l’arengario in pietra rossa che serviva come palco per gli oratori, tra cui Benito Mussolini, durante le adunanze cittadine.

Merita sicuramente una visita anche piazzale Arnaldo, che si caratterizza per numerosi bar e ristoranti che vi affacciano, da cui è possibile godere della vista delle colline adiacenti e dell’imponente monumento dedicato ad Arnaldo da Brescia.

 

Il Lago d’Iseo

Brescia è famosa per i suoi laghi incastonati tra i monti e le colline vitate. Il primo è quello di Iseo, su cui si affacciano piacevoli cittadine come Lovere e Pisogne: imbarcatevi e dirigetevi sull’isoletta di Monte Isola, un luogo fuori dal tempo, dove scovare villaggi di pescatori, oliveti, e ammirare il panorama dall’alto del Santuario della Ceriola. Il secondo invece è il Lago di Garda, famoso per le sue limonaie e le rinomate località turistiche: Desenzano e Sirmione con le terme, per citarne alcune.

 

Il panorama dal Castello

Il castello di Brescia / Foto: Shutterstock.com

Partite dalla città vecchia e salite sulla sommità del colle Cidneo, che domina Brescia, per raggiungere il Castello, una delle antiche fortezze medievali meglio conservate del Nord Italia, che si erge a ridosso del centro storico. Il castello è oggi un parco dove è possibile passeggiare tra le antiche strutture e visitare due interessanti musei, quello del Risorgimento e delle Armi. Ma il più grande spettacolo è offerto dalla natura: la straordinaria vista che si gode sulla città è memorabile.

 

Il Vittoriale di D’Annunzio

Sulle sponde del Lago di Garda visse un uomo leggendario: Gabriele D’Annunzio. Lo scrittore, poeta e aviatore italiano fece costruire a Gardone Riviera il Vittoriale degli Italiani, una dimora lussuosa, e alquanto bizzarra, monumento a memoria della sua vita inimitabile. Qui è possibile visitare l’interno di questo particolarissimo complesso, nonché i suoi giardini e le sue stranezze: avete mai visto una nave spuntare in mezzo a un bosco? E un sommergibile originale degli anni Venti? Benvenuti nel mondo del Vate.

 

Le bollicine

Vigneti ordinati, dimore signorili, famose cantine, castelli e vini DOCG. Cosa si può desiderare di più da un viaggio? Tutto questo si scopre nella Franciacorta, la zona collinare nell’entroterra del Lago d’Iseo, famosa per la sua vocazione spumantistica, che si può piacevolmente girare in bicicletta seguendo diversi percorsi proposti, facendo un pic-nic all’aperto, ammirando i prati verdi e le alture circostanti. In questa zona potete assaporare moltissimi vini come il Rosé, il Satèn e il Millesimato, e degustarli con formaggi e marmellate varie. Ma non sono gli unici! La Lombardia vanta un lunghissimo elenco di vini! Ogni area si caratterizza per un vino tipico, ad esempio il Bardolino, pregiato vino rosso la cui D.o.c. ha centro nell’omonimo paese sul lago di Garda. Ovviamente se passate da Brescia non potete non sorseggiare in una delle piazze cittadine il Pirlo: tradizionale aperitivo bresciano a base di vino bianco fermo e Campari, premiato anche dal New York Times.

La cucina

Il Bagòss

Grande varietà di vini e cucina robusta caratterizzano Brescia, ideale per i buongustai che qui possono andare a caccia di trattorie e ristoranti, non solo in città ma anzi, e soprattutto, nei paesini della provincia situati verso il lago o verso le montagne. La gastronomia bresciana gioca fra due poli: la cucina contadina dell’entroterra e quella invece di pesce di lago. Moltissimi i piatti tipici che potete provare: i casoncelli di Barbariga, il risotto alla Pitocca, i malfatti, la polenta taragna nelle sue varianti, salami e ottimi formaggi e formaggelle come la Rosa Camuna e il Bagòss, il più diffuso prodotto della zona. Obbligatoria una tappa da Birbes, storica forneria che si trova in centro città, che ogni giorno sforna una particolare, e ormai tradizionale, pizzetta che tutti i bresciani conoscono e adorano!

 

Luogo
Lombardia
Parole chiave
10 ragioni, Brescia

Materiali simili

Dove Andare

10 ragioni per visitare l’Emilia-Romagna

Emilia-Romagna
Mostra
Dove Andare

10 ragioni per visitare la Sicilia

Sicilia
Mostra
Dove Andare

10 ragioni per visitare Pantelleria

Sicilia
Mostra
Dove Andare

10 ragioni per visitare il Lazio

Lazio
Mostra
Dove Andare

10 ragioni per visitare le Marche

Marche
Mostra
Dove Andare

10 ragioni per visitare il Molise

Molise
Mostra
Dove Andare

  Newsletter