Cinque giardini segreti della Sicilia

Per chi ama i fiori, abbiamo preparato una recensione di alcune oasi segrete della più grande isola italiana. Alcune sono aperte tutto l'anno, altre solo in primavera ed estate, molte sono disponibili per visite rigorosamente su appuntamento e a pagamento. Ma ne vale la pena! L'opzione ideale è quando il tour del giardino viene effettuato direttamente dai suoi proprietari.

 

Radicepura

Tra il Mar Ionio e l’Etna, nella città di Giarre, si trova il parco botanico Radicepura. Questo enorme vivaio all’aperto è stato fondato mezzo secolo fa e oggi ha circa settemila varietà vegetali, tra cui erbe medicinali e aromatiche. Il parco attira molti scienziati, ricercatori del germoplasma e geni del campo della biologia da tutto il mondo, nonché designer, fioristi e architetti che lavorano nel campo della progettazione del paesaggio mediterraneo. Il Radicepura Garden Festival, che si svolge ogni due anni, invita i professionisti a presentare al pubblico la loro visione del giardino del futuro, creando spazi verdi di straordinaria bellezza e fantasia.

 

Le stanze in fiore

le-stanze-in-fiore-19

Nel paese di Canalicchio, in primavera sboccia un giardino segreto. Si chiama poeticamente “Le stanze in fiore”. Fanno impressione i numerosi dettagli, la ricca collezione di piante, ma soprattutto gli spruzzi scintillanti delle cascate al sole, il mormorio calmante dei torrenti e il fascino delle ninfee. Ogni anno il giardino si arricchisce di nuove “stanze tematiche”, armoniosamente create sulla base di uno dei principali elementi della natura. La proprietaria del giardino, Rossella Pezzino De Geronimo, non si stanca mai di sperimentare: nel suo Eden personale troverai un giardino birmano e uno cinese, stagni comunicanti, colate di lava, giungle di bambù e pergole in stile zen.

 

Casa Cuseni

Casa Cuseni, nella periferia di Taormina, spicca impavidamente sopra un precipizio. Il giardino circostante, con le sue terrazze, gradini e ponti di osservazione, sembra planare nell’aria. La natura stessa ha decorato generosamente i paesaggi locali con viste da cartolina sul mare e sull’Etna. Gli inglesi che abitavano nel maniero, il decoratore Frank Brangwin e l’artista Robert Kitson, hanno lasciato come testimonianza del loro gusto impeccabile la caratteristica atmosfera del giardino inglese, scrupolosamente curato per più di quaranta anni. Le sculture Art Nouveau si combinano perfettamente con motivi folkloristici siciliani, come pure le agavi subtropicali con le rose originarie dall’Albion. Alcuni angoli del giardino sembrano veri e propri quadri viventi: ad esempio un sentiero di ciottoli conduce ad una grande vasca in maiolica, all’interno della quale fioriscono ninfe e cresce il papiro.

 

Fondazione La Verde La Malfa

fondazione_la_verde_la_malfa_ph_giuseppe_zappala_033254

L’artista e collezionista Elena La Verde ha voluto che la sua dimora privata nelle vicinanze della città di San Giovanni La Punta con il suo ampio giardino fosse trasformata in un parco e museo di arte moderna. Da molti anni vari eventi culturali, mostre e concerti si tengono all’ombra di cipressi, pini marittimi, cedri libanesi, agrumi e ulivi. La ricerca artistica della signora La Verde è diretta al riciclaggio creativo dei rifiuti. Durante una lunga passeggiata vedrete bizzarre installazioni di arte moderna intervallate da bellezze naturali: per esempio, carrozzerie di automobili smontate accuratamente inserite nel paesaggio, le quali, secondo il loro creatore, sono un racconto di un viaggio lungo una vita.

 

Villa Trinità

Villa Trinità si arrampica sul lato meridionale dell’Etna vicino alla località di Mascalucia, dove prevale il colore grigio scuro, quasi nero: dal rivestimento delle case alle strade lastricate di pietra vulcanica. I visitatori sono accolti dal proprietario della villa, il barone Salvatore Bonagiuto, paesaggista e artista. La tenuta è di proprietà della sua famiglia da otto generazioni e il barone ha deciso di aprirla ai visitatori, arricchendo il parco con spazi per la meditazione e riflessioni. Tra le iridi, l’aloe, la yucca, la buganvillea e le palme, si vedono rari esemplari di Chorisia Speciosa con gemme simili alle orchidee. A metà giugno, si celebra il Giorno della fioritura della jacaranda.

 

Luogo
Sicilia
Parole chiave
giardini, natura, Sicilia

Materiali simili

Dove Andare

Il Giardino di Boboli: il cuore verde di Firenze

Toscana
Mostra
Dove Andare

Il carretto siciliano

Sicilia
Mostra
Dove Andare

6 luoghi mistici d’Italia

Toscana, Emilia-Romagna, Sicilia, Lazio
Mostra
Dove Andare

Giardini Botanici di Villa Taranto

Piemonte
Mostra
Enogastronomia

I segreti della pasticceria siciliana

Sicilia
Mostra
Dove Andare

Cascata delle Marmore: il percorso da fare

Umbria
Mostra
Dove Andare

  Newsletter