Un weekend a… Firenze

Firenze è una delle città più famose al mondo, ricca di capolavori assoluti. E’ davvero impossibile scegliere solo alcuni dei suoi splendidi musei, dei monumenti, delle chiese e dei palazzi della “culla del Rinascimento”. Qui trovate una selezione delle tappe imprescindibili di Firenze, ben sapendo che una vita intera può non bastare a conoscerla tutta!

 

 Cosa vedere

Piazza del Duomo

shutterstock_138579965

Il Duomo di Firenze con il Battistero e il Campanile di Giotto / Shutterstock.com

Qui si trovano i monumenti principali del cuore del centro cittadino: vi troneggia la Cattedrale di Santa Maria del Fiore (il Duomo), con la famosa cupola del Brunelleschi simbolo di Firenze, il Battistero con la bronzea Porta del Paradiso, e il Campanile di Giotto, con inconfondibili sfumature cromatiche e dal quale si gode di una splendida vista sulla città.

shutterstock_346012616

Una formella della Porta del Paradiso che rappresenta Giosuè / Shutterstock.com

 

Piazza della Signoria

Piazza della Signoria è il cuore politico della città già dai tempi del Medioevo. La piazza è circondata da alcuni dei più famosi edifici della città, in primis Palazzo della Signoria, sede tradizionale del governo fiorentino, e la Galleria degli Uffizi, che ospita il museo.

shutterstock_357129587

Piazza della Signoria / whatisatimeshare.net

Con il suo celebre gruppo di sculture, la Loggia dei Lanzi ha l’aria di una galleria d’arte all’aperto: imperdibili il Perseo, capolavoro di Cellini, il Ratto delle Sabine di Giambologna e (appena fuori dalla Loggia) la copia del David di Michelangelo che fa da guardia a Palazzo Vecchio.

shutterstock_325263929

La statua di Perseo alla Loggia dei Lanzi / Shutterstock.com

 

La Galleria degli Uffizi

shutterstock_52642903

Il cortile degli Uffizi / Shutterstock.com

La Galleria degli Uffizi, costruita dall’architetto Giorgio Vasari, ospita il Museo con dipinti e sculture italiane e internazionali. Le opere del Rinascimento italiano costituiscono il nucleo più prezioso e conosciuto degli Uffizi, ma non mancano importanti sezioni di pittura straniera (tedesca, fiamminga, olandese, francese).

shutterstock_203451403

Una sala degli Uffizi © T photography / Shutterstock.com

Tra gli artisti più importanti Cimabue, Giotto, Duccio di Buoninsegna, Botticelli, Perugino, Leonardo da Vinci, Bellini, Giorgione, Mantegna, Correggio.
La Galleria del Vasari unisce gli Uffizi a Palazzo Vecchio e dall’altro, attraversando l’Arno sopra il Ponte Vecchio, con Palazzo Pitti e il Giardino di Boboli.

 

La Basilica di Santa Croce

shutterstock_321836489 (1)

La facciata di Santa Croce / Shutterstock.com

La Basilica di Santa Croce, costruita a partire dal 1294 su progetto di Arnolfo di Cambio, è la più grande chiesa francescana nel mondo. Con la sua imponente architettura gotica, i suoi stupendi affreschi, le pale d’altare, le preziose vetrate, le numerose sculture, la Basilica rappresenta una delle pagine più importanti della storia dell’arte fiorentina dal Duecento in poi.

shutterstock_27313621

Gli affreschi trecenteschi di Taddeo Gaddi nella Cappella Bandini Baroncelli / Shutterstock.com

Al suo interno contiene opere di Cimabue, Giotto, Giovanni da Milano, Brunelleschi, Donatello, Domenico Veneziano, Bronzino, Vasari, Canova e altri. Santa Croce è stata da sempre simbolo prestigioso e luogo di incontro per i più grandi artisti, religiosi, letterati, e politici ed è definita “il Pantheon della glorie italiane” , racchiude le sepolture di personaggi illustri quali Machiavelli, Michelangelo, Galileo, Alfieri, Foscolo e Rossini.

 

Ponte Vecchio

shutterstock_131576816

Ponte Vecchio / Shutterstock.com

Il Ponte Vecchio, che attraversa il fiume Arno, è il più antico ponte di Firenze e uno dei suoi simboli. Nel 1565 l’architetto Giorgio Vasari realizzò, sopra le botteghe che guardano a est, il Corridoio Vasariano, lungo circa un chilometro, per mettere in comunicazione Palazzo Vecchio con la dimora privata dei Medici, Palazzo Pitti. Dal 1593, per ordine di Ferdinando I, sul ponte furono ammesse solo botteghe di orafi e gioiellieri, che ci sono ancora oggi.

 

Palazzo Pitti ed il Giardino di Boboli

Palazzo Pitti è stata la residenza del Granducato di Toscana e all’epoca in cui venne costruito era la residenza più grande di Firenze ed anche la più sfarzosa.

shutterstock_272019815

Palazzo Pitti / Shutterstock.com

Al suo interno è ospitato un complesso museale composto da gallerie e musei di diversa natura: la Galleria Palatina (la galleria d’arte conserva capolavori di Raffaello, Tiziano, ecc.), gli appartamenti monumentali, il Quartiere d’Inverno, il Quartiere del Principe di Napoli.

shutterstock_203451499

La Galleria Palatina © T photography / Shutterstock.com

Alle spalle di Palazzo Pitti si stendono i giardini monumentali di Boboli, voluti dalla famiglia dei Medici: si tratta di uno dei più vasti ed eleganti giardini all’italiana al mondo che è anche un vero e proprio museo all’aperto, con sculture che vanno dall’epoca romana al Seicento.

shutterstock_89662258

L’ingresso ai Giardini di Boboli / Shutterstock.com

 

Galleria dell’Accademia

La Galleria dell’Accademia è tra i musei più amati e visitati del mondo e contiene i capolavori di Michelangelo: le Prigioni, il San Matteo e in particolare il celebre David, qui trasportato nel 1873, per il quale venne realizzata la scenografica galleria.

shutterstock_358970246

David di Michelangelo © Alessandro Colle / Shutterstock.com

 

Santa Maria Novella

shutterstock_40433764 (1)

La facciata di Santa Maria Novella / Shutterstock.com

La basilica di Santa Maria Novella, costruita nel 1246 per i frati domenicani, è una delle più importanti e belle chiese di Firenze e sorge sull’omonima piazza. La facciata, disegnata da Leon Battista Alberti, è in marmo bianco e verde e in stile gotico; all’interno ospita splendidi capolavori quali la Trinità del Masaccio, la cappella Tornabuoni affrescata dal Ghirlandaio, il Crocifisso di Giotto e il Crocifisso ligneo del Brunelleschi.

shutterstock_343674863 (1)

Domenico Ghirlandaio. Natività della Vergine. Affresco del Quattrocento nella Cappella Tornabuoni © photogolfer / Shutterstock.com

 

Cosa mangiare

La gastronomia tipica fiorentina proviene da una tradizione secolare, soprattutto contadina, che l’ha resa una delle cucine migliori d’Italia. Le sue specialità si basano su ingredienti semplici, ma gustosi: il pane (che a Firenze è piatto, senza sale, ben cotto con una crosta croccante e un interno leggero); l’olio extravergine d’oliva; la carne (alla griglia, bistecche di manzo alla fiorentina, selvaggina arrostita o brasata col vino come il cinghiale, il coniglio e il cervo), il tutto accompagnato dal vino Chianti.

shutterstock_116975095

I vigneti nella zona del Chianti / Shutterstock.com

Tra gli antipasti tipici i crostini con fegato di coniglio e la fettunta, una fetta di pane insaporita con sale e olio toscano e i salumi toscani accompagnati dal pane sciapo. Da segnalare anche il formaggio pecorino toscano, che può essere consumato come formaggio da tavola o da grattugia secondo il grado di stagionatura. Viene usato grattugiato su diverse zuppe, su paste asciutte e per insaporire secondi a base di carne. A fette, sia stagionato che fresco, si accompagna bene con miele, marmellata, frutta e verdure di stagione.

shutterstock_164344046

Pecorino toscano / Shutterstock.com

Tra i primi piatti più rappresentativi: la pappa col pomodoro (preparata con aglio, olio, peperoncino, polpa di pomodoro e pane raffermo) e la ribollita, una zuppa povera realizzata con verdure (fra le quali quella più tipica è il cavolo nero) e pane raffermo, che viene cucinata il giorno prima e riscaldata successivamente. Per piatti più raffinati è usato il tartufo bianco fresco, il più pregiato.

shutterstock_321267605

Ribollita / Shutterstock.com

Tra i secondi piatti, è famosa la bistecca alla fiorentina, di manzo di razza chianina, tagliata alta 5-6 cm.

shutterstock_130517606

Bistecca alla fiorentina / Shutterstock.com

I dolci tipici di Firenze sono soprattutto il castagnaccio, fatto con farina di castagne, e la schiacciata alla fiorentina, spesso farcita con panna montata o crema pasticcera.

shutterstock_166078991

Castagnaccio / Shutterstock.com

Come arrivare
In aereo
Firenze è servita dall’aeroporto Vespucci, che dista solo cinque chilometri dal centro della città. Il collegamento Firenze- aeroporto è garantito da un servizio di navetta.
Non è difficile raggiungere Firenze con un treno veloce anche dall’aeroporto Marconi di Bologna e da Roma Fiumicino.

In treno
Situata in mezzo alla penisola italiana, Firenze si trova sull’asse ferroviario principale Milano-Roma che collega la città del nord con la capitale e il sud.
La stazione più importante si chiama Santa Maria Novella, è in centro e lì arrivano e partono i treni regionali, interregionali, alta velocità e le linee internazionali.
I treni veloci sono quelli di Trenitalia (Le Frecce) e di Italo. I tempi medi di percorrenza per/da Milano sono 1h40; per/da Bologna 0h35, per/da Roma 1h32; per/da Napoli 2h35. Tutti i biglietti per i treni veloci necessitano di prenotazione.

In auto
Firenze è un nodo chiave nella rete autostradale italiana. La città è ben collegata con le principali città del nord del paese mentre, andando verso sud, Roma è solo ad un’ ora e mezzo di auto. L’ autostrada A1, l’ arteria principale che collega l’ Italia da nord a sud, ha quattro uscite verso Firenze. L’ autostrada A11 e la Firenze-Pisa-Livorno (FI-PI-LI), a due corsie, collegano invece Firenze con la costa Tirrenica.
Il centro storico è chiuso al traffico.

Contatti

Ufficio informazioni turistiche
Via Cavour 1 Rosso – 50129 Firenze
Giorni e orari apertura: da lunedì a venerdì dalle ore 9.00 alle 18.00 e sabato dalle ore 9.00 alle 14.00. Chiuso domenica e festivi.
Tel. 055.290832 – 055.290833
E-mail: [email protected]

Infopoint Stazione Centrale Firenze (Santa Maria Novella)
Piazza della Stazione 5 – 50123 Firenze
Giorni e orari apertura: da lunedì a sabato dalle ore 9.00 alle 19.00. Domenica e festivi dalle ore 9.00 alle 14.00
Tel. 055.212245
E-mail: [email protected]

Sito ufficiale http://www.firenzeturismo.it

Luogo
Toscana
Parole chiave
arte, Firenze, storia, weekend

Materiali simili

Arte e Cultura

Cappella Brancacci

Toscana
Mostra
Dove Andare

Un weekend a… San Vito Lo Capo

Sicilia
Mostra
Dove Andare

Senigallia

Marche
Mostra
Dove Andare

Un weekend a… Capri

Campania
Mostra
Arte e Cultura

Il parco reale di Caserta

Campania
Mostra
Dove Andare

Le terme antiche della Toscana

Toscana
Mostra
Dove Andare

  Newsletter