Un weekend a… Forte dei Marmi

 

Forte dei Marmi deriva il suo nome dall’unione dei due elementi che ne caratterizzano la storia: il Fortino, sito nel centro del paese ed i marmi delle Alpi Apuane, le cui vette distano meno di 20 km dalla città. Le origini di Forte dei Marmi si possono ricondurre alla costruzione e all’uso di un tracciato viario, la “Via di Marina”, che collegava l’entroterra con uno scalo marittimo. Questo percorso, la cui costruzione fu seguita dal maestro scultore Donato Benti, collaboratore di Michelangelo Buonarroti, fu utilizzato per il trasporto dei marmi e per il commercio del ferro che giungeva via mare.

 

Cosa vedere

Forte di Leopoldo

Forte di Leopoldo © tgregione.it

Tra le attrattive turistiche di Forte dei Marmi si trova sicuramente il Forte lorenese, noto anche come il Fortino di Forte dei Marmi. Il monumento è sito in pieno centro cittadino, e risale al Settecento. A commissionare la costruzione fu il Granduca di Toscana Leopoldo I, che necessitava di complessi difensivi lungo il litorale nord del Granducato . Attraverso segnali luminosi era possibile comunicare con le fortezze vicine. Oltre a servire da struttura difensiva, il Forte Lorenese è servito anche da magazzino per marmi, da Palazzo Littorio e da Palazzo delle Poste. Oggi è sede della Galleria Comunale e al secondo piano del Museo della Satira e della Caricatura. Si tratta di uno dei più importanti spazi espositivi che conserva opere di artisti dell’antichità e contemporanei. Dal punto di vista strutturale, il Forte, di pianta quadrangolare, è costituito da due corpi addossati. Nel corpo principale, ad uso residenziale, culmina con un campanile. Un bastione è addossato all’edificio abitativo. L’esterno della struttura è intonacato, tranne che per il bastione, che invece è in laterizi.

 

Villa Bertelli

Villa Bertelli © vetreriabonini.com

Villa Bertelli è una villa della fine dell’Ottocento nella frazione Vittoria Apuana del comune di Forte dei Marmi, in via Mazzini 200. L’edificio fu costruito nel 1896 come sede direzionale della Società Italiana Prodotti Esplodenti (SIPE). Era presente un pontile sul mare collegato alla villa, utilizzato per spedire le mine prodotte dalla società all’estero. Alla fine della prima guerra mondiale la società affrontò una crisi a causa del crollo della richiesta di mine, e si vide costretta a chiudere i battenti. La sede di Forte dei Marmi fu acquistata nel 1926 da Ilio Bertelli che ne fece un albergo con il nome di Villa Bertelli. Il pontile fu demolito negli anni trenta.

L’attività chiuse nel 1971, e rimase in stato di abbandono per moltissimi anni. Fu completamente riportata in vita nei primi anni 2000 quando il comune di Forte dei Marmi acquistò la villa adibendola a spazio espositivo. Attualmente è sede di molte iniziative promosse dall’Amministrazione Comunale come concerti nel periodo natalizio e estivo e mostre d’arte. Un restauro avvenuto di recente ha permesso alla villa di riacquistare il suo splendore, dato che era stata lasciata all’incuria del tempo che aveva trasformato l’edificio e il parco circostante nel degrado più assoluto. Adesso anche il parco è tornato a vivere con sentieri che lo percorrono e una cura impeccabile. La Villa è in gestione alla Fondazione Villa Bertelli presieduta da Carlo Fontana.

 

Itinerari in bicicletta

Marina di Pietrasanta / Shutterstock.com

Partendo dal Pontile di Forte dei Marmi, si procede sulla pista ciclabile verso sud; alla nostra sinistra si possono ammirare le ville e le strutture alberghiere, a destra gli stabilimenti balneari ed i prestigiosi locali, come “La Capannina” di Franceschi. Giunti a Marina di Pietrasanta, si attraversa Fiumetto, il centro del Tonfano con il suo Pontile e Focette, che ospita il celebre locale “La Bussola”. Si prosegue quindi per Lido di Camaiore, fermandosi ad ammirare il panorama dal Pontile. Dopo circa 11,5 km dalla partenza, si raggiunge Viareggio ove si segnalano i bellissimi edifici in stile liberty che costeggiano a destra e a sinistra la pista ciclabile “Franco Coppi”. All’altezza del canale Burlamacca, la strada svolta obbligatoriamente a sinistra; si mantiene la destra e, giunti al semaforo all’altezza del “ponte girante”, si svolta a destra verso Torre del Lago.

Lago di Massaciuccoli / i.ytimg.com

Al primo semaforo si prosegue dritto e, al bivio, si va a destra per imboccare il Viale dei Tigli, un rettilineo alberato di 4,8 km. A circa metà strada tra Viareggio e Torre del Lago sorge Villa Borbone, fra i luoghi storici più affascinanti di Viareggio. L’edificio, immerso nella macchia lucchese del Parco Naturale di Migliarino – S. Rossore – Massaciuccoli, fu costruito nel 1822 come casino di caccia a corredo del parco che la duchessa di Lucca, Maria Luisa di Borbone, aveva fatto progettare dall’architetto Lorenzo Nottolini.

Villa Museo Giacomo Puccini / turismolucca.com

Dopo aver visitato la villa e il parco, si procede lungo il Viale dei Tigli in direzione Torre del Lago. Giunti al semaforo in fondo al viale alberato, si svolta a sinistra su Viale Guglielmo Marconi e quindi si prosegue dritto, verso i monti, attraversando il centro del paese e il sottopassaggio ferroviario. Al semaforo all’incrocio con Via Aurelia Sud ancora a dritto fino a raggiungere l’isola pedonale in prossimità della Villa Museo Giacomo Puccini, al cui interno riposa la salma del celebre compositore. Terminata la visita, si consiglia di concedersi una pausa per restare incantati dal panorama del lago che si affaccia innanzi a noi. Durante i mesi estivi è inoltre possibile assistere alle opere liriche messe in scena sul palco del teatro del Festival Puccini. Il ritorno avviene seguendo il medesimo percorso.

 

Spiagge e mare

Forte dei Marmi / Shutterstock.com

Immersi nelle acque dell’alto Tirreno si può godere di un panorama unico: le Alpi Apuane, infatti, fanno da cornice e proteggono dai venti, rendendo il clima particolarmente mite sia in estate che in inverno. Il lungo arenile pianeggiante di sabbia finissima ed il mare che degrada dolcemente verso il largo rendono Forte dei Marmi luogo ideale di vacanza per tutti, soprattutto per i bambini. Più di 100 stabilimenti balneari di altissima qualità sono a disposizione dei graditi ospiti e rendono il soggiorno sulla spiaggia piacevole e rilassante.

Forte dei Marmi / Shutterstock.com

Nella zona della spiaggia libera, al confine con il Cinquale, si possono ancora oggi ammirare le dune, residuo dell’antico paesaggio della Versilia precedente lo sviluppo turistico-balneare, che rimane qui salvaguardato all’interno di un’oasi del WWF. L’impegno profuso dal Comune nella tutela e conservazione dell’ambiente naturale ha permesso di ottenere importanti riconoscimenti, quali il conferimento della Bandiera Blu per la qualità delle acque di balneazione e dei servizi sulla spiaggia e la certificazione EMAS per la corretta gestione ambientale dei servizi resi ai cittadini.

Tramonto sul mare in Versilia / Shutterstock.com

 

La Cucina

Ceci al caciucco

Ceci al caciucco / static.salepepe.it

Sono un piatto povero della tradizione toscana, facile da preparare e con ingredienti semplici. Per la preparazione sono necessari circa cinque minuti, mentre la cottura si deve continuare per circa quaranta. Per prima cosa si mettono l’aglio e il peperoncino a imbiondire, successivamente si aggiunge la polpa di pomodoro, per farle insaporire un po’. A questo punto si aggiungono i ceci (precedentemente cotti) per circa 30 minuti.

 

Salsa di salsicce

Salsa di salsicce / piattifacili.com

È un sugo di carne dal sapore deciso, tipico delle fredde giornate invernali; ottimo da gustare con gli amici. Per la preparazione è necessario soffriggere la cipolla in olio extra vergine. Versare quindi la salsiccia precedentemente sbriciolata e i porcini tagliati a fette, lasciar cuocere per circa 10 minuti. A questo punto si aggiungono i pomodori pelati e vino rosso, quindi si lascia il tutto a fuco basso per 30 minuti.

 

Buccellato toscano

Buccellato / junglekey.it

È un dolce tipico della provincia di Lucca, generalmente viene preparato per le vacanze di Natale. È un pane dolce, si presenta con una crosta di colore scuro in superficie, mentre all’interno è ricco di uvetta. Si sposa molto bene con un buon bicchiere di vino, o con varie creme.

Come arrivare

In aereo

Il più vicino aeroporto alla Versilia è lo scalo internazionale Galileo Galilei di Pisa. Pisa dista dalla Versilia circa 25 chilometri ed è facilmente raggiungibile in autobus o in treno. A 5 Km da Forte dei Marmi (località Cinquale) è presente un piccolo aeroporto da turismo con pista in erba. Esso può essere utilizzato sia per visite dall’alto della Versilia sia per il servizio di aerotaxi. Aeroporto di Pisa “G. Galilei”. (Km. 35 da Forte dei Marmi). Aeroporto di Firenze “A. Vespucci”, (Km. 105 da Forte dei Marmi), Aeroclub Cinquale (Aerotaxi) Cinquale di Montignoso (MS).

In treno

Due sono le stazioni Ferroviarie in Versilia: Pietrasanta e Forte dei Marmi (Per Forte dei Marmi, Querceta, Seravezza, Stazzema). I treni a lunga percorrenza sostano a Viareggio, da dove si può facilmente raggiungere la Versilia tramite treni locali, bus o taxi. Stazione FFSS Viareggio, Stazione FFSS Pietrasanta, Stazione FFSS Forte dei Marmi-Seravezza.

In auto

La Versilia è asservita in maniera ottimale dalla rete autostradale arrivando da qualsiasi direzione. Il casello interessato (Versilia) si trova tra quello di Viareggio e quello di Massa Carrara sulla A12. Da Genova. Autostrada A12 direzione SUD fino al casello Versilia. Da Milano: Autostrada A1 direzione SUD fino a FIDENZA poi immettersi sulla A15 (Autocamionabile Cisa) fino a La Spezia dove ci si immette sulla A12 direzione sud fino in Versilia. Da Firenze: Autostrada Firenze-mare A11 fino a LUCCA dove poi ci si aggancia alla bretella autostradale per Viareggio, da dove si può rapidamente raggiungere la Versilia. Da Roma: Autostrada A1 fino a FIRENZE, poi come sopra.

Via mare

L’approdo più vicino è il porto di Viareggio con più di mille posti ormeggio. Come indicato nella carta nautica 909/28 dell’Istituto Idrografico della Marina Militare di Genova, ha una posizione geografica di 43°51′ di latitudine nord e 10°15′ di longitudine est. Per informazioni è possibile contattare la Capitaneria di porto o Guardia Costiera di Viareggio al numero telefonico 0584 44444 o quella di Forte dei Marmi al numero telefonico 0584 89826.

Luogo
Toscana
Parole chiave
weekend

Materiali simili

Dove Andare

Un weekend a… Bologna

Emilia-Romagna
Mostra
Dove Andare

Un weekend a… Marsala

Sicilia
Mostra
Dove Andare

Isole Eolie

Sicilia
Mostra
Dove Andare

Un weekend a… Villasimius

Sardegna
Mostra
Dove Andare

Un weekend… a Scilla

Calabria
Mostra
Dove Andare

Un weekend a… Ravello

Campania
Mostra
Dove Andare

  Newsletter