Un weekend a… Rovigo

Rovigo vive adagiata nel cuore del Polesine ed è accarezzata dalla brezza marina che arriva dal vicino Delta del Po. E’ una città ricca di arte, cultura e natura; un centro vivace ma al tempo stesso tranquillo, caratterizzato dalla piacevole atmosfera delle piccole città storiche.

 

Cosa vedere

Torre Donà e Torre Mozza

© Flickr.com

Le testimonianze architettoniche presenti a Rodrigo raccontano una città nata come feudo vescovile che nel periodo medievale si arricchisce in monumenti e palazzi.

Fino al 1836 Rovigo poteva contare su un castello mediovale di notevole pregio, fino al XVIII secolo all’interno della fortezza era ospitato il palazzo del Vescovo. Ogi questi reperti sono andati quasi tutti perduti, salvo la Torre Donà, e la Torre Mozza, residui dell’antica fortificazione medievale.

La prima, emblema della città, è la torre principale del castello di Rovigo: alta 66 metri è una delle più alte torri medievali italiane, quasi sicuramente fu la più alta torre in muratura della sua epoca.

 

Palazzo Roverella

Maestosa testimonianza del periodo rinascimentale ed “estense” della città, Palazzo Roverella si affaccia su piazza Vittorio Emanuele II, il cuore della vita di Rovigo.
Commissionato dal cardinale Bartolomeo Roverella nel 1474, con la sua mole imponente l’edificio doveva testimoniare il grande prestigio raggiunto dalla famiglia dei Roverella. Oggi è sede della Pinacoteca dell’Accademia dei Concordi, ricca di opere prevalentemente di arte veneta dal secolo XV al secolo XVIII e luogo di prestigiose mostre contemporanee.

 

Palazzo Roncale

Il palazzo Roncale è un palazzo nobiliare realizzato nel 1555 dalla famiglia Roncale in stile veneziano, in modo tale da poter affiancare il palazzo Roverella senza essere sminuito dalla mole di quest’ultimo.

 

Chiesa della Beata Vergine del Soccorso (la Rotonda)

La Chiesa della Rotonda è famosa per la peculiare forma a pianta ottagonale, cui si affianca il campanile del Longhena. Fu progettata nel 1594 da Francesco Zamberlan, commissionata al fine di dare una collocazione adeguata a un’immagine religiosa, raffigurante la Madonna seduta, sulle cui ginocchia sta il Bambino Gesù che regge una rosa, ritenuta miracolosa (la Madonna del Soccorso).

 

Il Monastero degli Olivetani

Il Monastero degli Olivetani fu costruito nel 1244 vicino al fiume Adigetto per opera dell’ordine degli Umiliati, come un convento che aveva il compito di soddisfare sia le esigenze religiose che quelle artigianali. Oggi ha perso tale funzione, ma merita una visita per chi cerca un’oasi di pace e di contemplazione. Nell’edificio è ora ospitato il Museo dei Grandi Fiumi, dedicato all’evoluzione della struttura sociale delle civiltà e comunità sorte sulle sponde dei fiumi che caratterizzano il territorio del polesine.

 

La cucina

Quella del Polesine è una cucina povera, con ingredienti che vengono dalla terra, dalle lagune del Delta del Po e dal mar Adriatico.

Tra I prodotti tipici: il Riso del Delta del Po IGP, presenta un chicco grande, cristallino, compatto, con un elevato tenore pro­teico e può essere bianco o integrale; le vongole veraci; la zucca di Melara, di forma tondeggiante con buccia sottilissima di colore verde intenso, polpa giallo-arancione molto compatta, soda e dolce; pesce azzurro (in particolare il cefalo).
Il piatto più tipico della zona è il “risotto polesano” cucinato con anguilla, cefalo e branzino.

Come arrivare

In Aereo
Aeroporto M. Polo di Venezia
Da Venezia collegamento a Rovigo con: autostrada A13, linea ferroviaria Venezia – Bologna.
Aeroporto Catullo di Verona
Da Verona collegamento a Rovigo con:
S.S. Transpolesana 434 Verona – Rovigo, con possibilità di uscite in diversi Comuni polesani.
Aeroporto G. Marconi di Bologna
Da Bologna collegamento a Rovigo con: autostrada A13 Bologna – Venezia, linea ferroviaria Bologna – Venezia.

In treno
– Linea Venezia – Padova – Rovigo – Bologna
– Linea Rovigo – Chioggia ferma a Adria, Loreo, Rosolina
– Linea Mestre – Adria
– Linea Verona – Rovigo ferma a Costa di Rovigo, Fratta Polesine, Lendinara e Badia Polesine

In auto
Da Venezia: SS 309 Romea
Da Ravenna: SS 309 Romea
Da Bologna: A13 con uscita a Occhiobello, Rovigo, Boara
Da Padova: A13 con uscita a Boara, Rovigo,Occhiobello
Da Milano: A4 per Venezia e A13 per Bologna, A4 con uscita Verona Sud e SS434 fino a Rovigo
Da Trieste: A4 verso Milano e A13 per Bologna
Dal Brennero: A22 per Verona, A4 con uscita a Verona Sud e SS 434 fino a Rovigo

Contatti

Ufficio IAT Rovigo
Viale della Pace, 5
Tel. +39 0425 386290
[email protected]

Luogo
Veneto
Parole chiave
Rovigo, weekend

Materiali simili

Dove Andare

Un weekend a… Como

Lombardia
Mostra
Dove Andare

Cremona, città della musica e dei violini

Lombardia
Mostra
Dove Andare

Un weekend a… Cortina d’Ampezzo

Veneto
Mostra
Dove Andare

Isole Eolie

Sicilia
Mostra
Dove Andare

Un weekend… nel Gargano

Puglia
Mostra
Dove Andare

Un weekend a… Villasimius

Sardegna
Mostra
Dove Andare

  Newsletter