1 ingrediente 3 ricette – I limoni d’Amalfi

I Limoni della Costiera Amalfitana rappresentano un elemento del paesaggio da tre secoli. Agrume originario dell’India, probabilmente arrivò in Italia con le invasioni arabe tra il IX e l’XI secolo, presenta caratteristiche esclusive che lo rendono famoso nel mondo.

 

Il “Limone Costa d’Amalfi” viene coltivato in terrazzamenti che si affacciano sul mare e la raccolta si effettua solo a mano, le piante sono protette dal freddo e dalla grandine con grandi teli neri e per irrigarle occorrono canalizzazioni di acque che aiutano a salvare il territorio dall’erosione. Lo “Sfusato Amalfitano” presenta una buccia di spessore medio e di colore giallo chiaro, ricca di oli essenziali.

Possiede una polpa succosa e moderatamente acida, con scarsa presenza di semi, di dimensione medio-grosse è ricco di Vitamina C. La qualità della polpa e della buccia rendono il “Limone Costa d’Amalfi” un prodotto unico ideale per bibite, liquori, gelati e per aromatizzare torte, creme e biscotti. In molti locali della Costiera Amalfitana servono, oltre ai prodotti tipici locali, anche Caffè al Limone, Babà al Limone e tante altre specialità locali rese famose da noti Pasticcieri della Costa d’Amalfi.

 

Il Dolce d’Amalfi

Il Dolce d’Amalfi rappresenta la creazione per eccellenza del Maestro Sal De Riso, un dolce delicato che ha in se i profumi e sapori della Costa d’Amalfi. Il Sole della nostra Terra, il profumo ed il gusto tipico dello “Sfusato Amalfitano”, le mandorle ad esaltarne gusto e sapore concludono quello che è un perfetto dolce al limone… Così semplice eppur tanto raffinato.

– 160 grammi di Zucchero a velo
– 130 grammi di Burro, a temperatura ambiente
– 100 grammi di Uova
– 100 grammi di Latte intero, fresco
– 100 grammi di Farina di mandorle
– 80 grammi di Farina
– 50 grammi di Fecola di patate
– 2 Limone, Costa d’Amalfi IGP
– 1 Vaniglia, baccello
– 60 grammi di Buccia di limone, candita
– 5 grammi di Lievito per dolci
– 2 grammi di Sale
  • Montate a crema il burro con lo zucchero a velo per circa 5 minuti. Unite la buccia grattugiata dei limoni, il sale, la polpa di vaniglia e la scorza candita di limone finemente tritata. Incorporate le uova, uno alla volta, ed amalgamate il tutto con l’ausilio di un robot da cucina a velocità bassa.
  • A parte setacciate farina, fecola e lievito ed aggiungete le mandorle ridotte in polvere (oppure la farina di mandorle). Unite al composto preparato il latte a filo alternandolo alla miscela di farine, lievito e mandorle.
  • Versate l’impasto in uno stampo di 18 cm di diametro (nel mio caso stampo rosa in silicone platinum 22 cm) imburrato ed infarinato con farina di mais. Infornate a 160°C per 60 minuti circa.
  • Lasciate intiepidire il Dolce d’Amalfi, sformatelo su piatto da portata e spolverizzate di zucchero a velo. Servite e gustate.

 

Delizia al limone

La Delizia, famosa per l’impiego degli straordinari e profumatissimi limoni di Sorrento e’ divenuta famosissima grazie alla bravura del pasticcere Salvatore De Riso. Sono delle sofficissime cupole di pan di spagna ripiene di una meravigliosa crema al limone e glassate con una salsa liscia e vellutata. Ideali dopo un pranzo o una cena a base di pesce e ideali per un break pomeridiano, le Delizie al limone sono ideali e gustose sempre.

– 3 Uova, fresche
– 220 grammi di Zucchero
– 40 grammi di Farina
– 25 grammi di Fecola di patate
– 2 pizzichi di Sale
– 125 grammi di Buccia di limone, fresco
– 2 Vaniglia
– 6 Tuorlo d’uovo, fresco
– 90 grammi di Succo di limone, fresco
– 40 grammi di Burro
– 240 grammi di Latte intero, fresco
– 190 grammi di Panna, fresco
– 15 grammi di Amido di mais
– 30 grammi di Acqua
– 80 grammi di Limoncello
– ½ Limone, fresco
  • Per il Pan di Spagna: sbattete con le fruste i 3 tuorli con 40 g di zucchero, la scorza di 1/2 limone e i semini di 1/2 bacca di vaniglia fino a d ottenere un impasto spumoso. A parte, montate gli albumi a neve con un pizzico di sale e lo zucchero rimasto, ovvero 50 g.
  • Setacciate insieme 40 g di farina e 25 g di fecola. Incorporate ai tuorli gli albumi montati e aggiungete la miscela di farine. Distribuite nello stampo a semisfere unte e infarinate e cuocete a 170°C per circa 15 minuti.
  • Per la crema al limone: grattugiate la scorza di 1 limone pulito e poi spremetene il succo. Mettete la scorza grattugiata in infusione nei 40 g di succo per circa 20 minuti. Sbattete i 2 tuorli con 40 g di zucchero, poi diluitevi 40 g di succo di limone. Ponete a fuoco minimo e sempre mescolando cuocete fino a 80°C.
  • Allontanate dal calore e immergete il pentolino in un bagnomaria di acqua fredda. Con un mixer a immersione rendete la crema liscia e vellutata. Lasciate raffreddare fino a circa 50°C, aggiungete il burro a pezzetti ed emulsionate ancora con il mixer a immersione. Coprite con la pellicola e conservate in frigo.
  • Per la crema pasticciera al limone: riunite in un tegame 180 ml di latte intero, 80 g di panna fresca e la scorza di 1 limone. Portate appena a ebollizione e lasciate in infusione per 1 ora. Amalgamate con una frusta i 4 tuorli con 60 g di zucchero, i semini di 1/2 bacca di vaniglia, 15 g di amido di mais e un pizzico di sale. Gradualmente, sempre mescolando, incorporate il latte filtrato.
  • Cuocete fino a 82°C per circa 1 minuto. Versate la crema in una ciotola e ricopritela con la pellicola trasparente. Riponete in freezer per 20 minuti e poi conservate in frigorifero a +4°C.
  • Per la bagna al limoncello: stemperate 30 g di zucchero nell’acqua profumata con la scorza di 1/2 limone. A fuoco basso portate a bollore per 1 minuto. Lasciate raffreddare e unite 50 g di limoncello.
  • Amalgamate la crema al limone ben fredda alla crema pasticcera. Aggiungete 30 g di panna montata zuccherata e 30 g di limoncello. Mescolate bene tutti gli ingredienti e con l’ausilio di un sac a poche farcite internamente le cupole di pan di spagna, bucandole dalla parte inferiore. Alla crema avanzata incorporate con delicatezza 80 g di panna montata zuccherata, poi diluite con 30-40 g di latte fresco intero, trasformando così la crema in una glassa densa.
  • Adagiate le delizie su un piatto e ricopritele di glassa. Decorate le delizie al limone con la scorza di un limone e qualche fogliolina di menta. Lasciate in frigorifero fino al momento di servire.

 

La granita al limone

La granita al limone è una tipica ricetta d’origine siciliana a base di acqua, zucchero e succo di limone. Con i profumatissimi limoni della Costiera Amalfitana diventa sublime, consumata a colazione o durante il pomeriggio.

– 2 litri di Succo di limone
– 3 litri di Acqua
– 1.5 chili di Zucchero
  • Portare ad ebollizione l’acqua con lo zucchero in modo da creare uno sciroppo.
    Una volta raffreddato lo sciroppo aggiungere il succo di limone e filtrare.
    Mettere il tutto nella macchina del gelato fino ad ottenere un mantecato liscio e omogeneo.

Si ringrazia il portale worldrecipes.expo2015.org

 

Luogo
Campania
Parole chiave
Amalfi, gastronomia, ricetta

Materiali simili

Enogastronomia

Fontina: il principe dei formaggi valdostani

Valle-D’Aosta
Mostra
Made in Italy

Sagre d’autunno: festeggiare mangiando

Piemonte, Puglia, Veneto, Friuli-Venezia-Giulia, Lombardia, Umbria, Emilia-Romagna
Mostra
Enogastronomia

Lo strudel di mele

Trentino-Alto-Adige, Friuli-Venezia-Giulia, Veneto
Mostra
Enogastronomia

Torino e il Piemonte: capitali del Gusto

Piemonte
Mostra
Enogastronomia

I segreti della pasticceria siciliana

Sicilia
Mostra
Enogastronomia

Il San Daniele DOP

Friuli-Venezia-Giulia
Mostra
Enogastronomia

  Newsletter