1 ingrediente 3 ricette – Pomodoro San Marzano DOP

Il Pomodoro San Marzano dell’Agro Sarnese-Nocerino DOP presenta una forma allungata, un colore rosso tipico della varietà, una cuticola facilmente staccabile ed una ridotta quantità di semi.

 

Il sapore è tipicamente agrodolce. La zona di produzione del Pomodoro San Marzano dell’Agro Sarnese-Nocerino DOP si estende a molti comuni delle province di Napoli, Salerno ed Avellino.

Secondo alcune testimonianze della tradizione orale si dice che il primo seme sia giunto in Italia intorno al 1770, come dono del Regno del Perù al Regno di Napoli e che sarebbe stato piantato proprio nella zona che corrisponde al comune di S. Marzano. Da ciò quindi deriverebbe l’origine di questo famoso pomodoro, che nel tempo, con varie azioni di selezione, ha acquisito le caratteristiche dell’ecotipo attuale.

Delizia dei buongustai, profumo delle domeniche e delle feste comandate, scandite dal rosso sugo che copriva il bianco della pasta, il S. Marzano assunse grande apprezzamento dal punto di vista gastronomico verso l’inizio del ‘900, quando sorsero le prime industrie di conservazione, ad opera di Francesco Cirio, che producevano il famoso “pelato” da salsa.

Nel passato il San Marzano era detto anche “oro rosso” per il valore economico che era riuscito ad assumere per gli agricoltori dell’agro sarnese-nocerino.

 

Bruschetta al pomodoro

La bruschetta al pomodoro è uno degli antipasti più semplici e diffusi in Italia. Diventa eccezionale quando la materia prima utilizzata è di ottima qualità.

– 4 Pomodori, maturi
– 1 Spicchio di aglio
– 10 grammi di Olio extravergine d’oliva (EVO)
– 4 Pane a fette
– 1 pizzico di Sale
– 1 pizzico di Pepe nero
– 5 Basilico, foglie
  • Tagliare il pane a fette non troppo fini. Quindi, abbrustolirlo su una griglia.
  • Prendere lo spicchio d’aglio e strofinarlo sulle fette grigliate.
  • A questo punto tagliare i pomodori a cubetti e metterli sul pane, aggiungere il basilico e condire con un filo d’olio extra vergine di oliva, un pizzico di sale e di pepe.

 

Tubetto delicato rosso San Marzano

Il tubetto rigato di Gragnano è un formato di pasta “accogliente”, nel senso che come posata vuole il cucchiaio ad accogliere pasta e condimento ad ogni boccone. Il pomodoro che ho scelto è il San Marzano, dal sapore antico, l’oro rosso che stavamo scelleratamente perdendo per sempre. La mozzarella è solo quella di bufala Dop, bianca, candida e saporita, da tutelare costantemente, a formare un cuore caldo, filante e poi gelata e grattugiata a completare il piatto, come la neve.

– 120 grammi di Pasta, di grano duro, tubetti rigati
– 150 grammi di Pomodori pelati in scatola, rosso San Marzano
– 60 grammi di Mozzarella di bufala, Dop
– 10 grammi di Olio extravergine d’oliva (EVO)
– 20 grammi di Olio di oliva, al basilico
– 2 pizzichi di Sale
– 1 Spicchio di aglio
  • Ho portato all’ebollizione un litro e mezzo di acqua, quindi, ho salato e calato i tubetti che ho fatto cuocere per 4 minuti dalla ripresa dell’ebollizione. Intanto, in un tegame ho messo l’olio evo e lo spicchio d’aglio a fuoco lentissimo ed appena l’aglio ha cominciato ad emanare il caratteristico profumo, l’ho levato, ho aggiunto i pomodori pelati, ho salato e alzato la fiamma per riportare all’ebollizione.
  • Ho finito con qualche goccia d’olio aromatizzato al basilico, ho sfilato il coppa pasta e infine, ancora a completare, una generosa grattugiata di mozzarella ghiacciata.
  • Ho aggiunto i tubetti a metà della loro cottura, sollevati con una schiumarola dalla loro acqua di cottura e ho continuato a cuocere la pasta nel sugo, aggiungendo qualche mestolino di acqua di cottura della pasta, ancora bollente, man mano che il fondo si asciugava; ho portato a cottura e messo nei piatti da servire, all’interno dei coppa pasta, ponendo sul fondo un mestolino di tubetti, i pezzetti di mozzarella, la salsa fredda al basilico e completato con i tubetti.

 

Carrozzella con Pomodoro San Marzano

La ricetta della Carrozzella con Pomodoro San Marzano è di Lorenzo Principe – Chef del “Ristorante Luna Galante”, un laboratorio culinario, tappa imprescindibile per degustatori esperti e appassionati di buona cucina.

– 320 grammi di Mozzarella di bufala, Campana Dop
– 160 grammi di Pomodori, San Marzano
– 3 Uova
– 8 Pane bianco in cassetta
100 milligrammi di Latte intero, di alta qualità
– 1 litro di Olio di oliva per frittura, extravergine
– 1 Spicchio di aglio, fresco, italiano
– 10 grammi di Basilico, fresco
– 1 pizzico di Pepe nero, macinato
– 1 bicchiere di Farina
– 1 presa di Sale, fino
  • Prendete le fette di pane in cassetta ed eliminate i bordi scuri tagliandoli con un coltello affilato. Tagliate la mozzarella di Bufala Campana Dop a fette non troppo sottili e disponetele su 4 fette di pane in cassetta, evitando che fuoriescano dai bordi, poi coprite con le altre restanti 4 fette e premete.
  • Tagliate centralmente i sandwich di pane e Mozzarella di Bufala Campana Dop ottenendo da ognuno di essi due lingottini. Mettete della farina in un piatto e sbattete le 3 uova in una ciotola assieme al latte, al sale e al pepe macinato. Passate i lingottini prima nella farina, prestando attenzione a ricoprire bene anche i bordi laterali e poi generosamente nel composto di uova; con questa procedura si formerà un sigillo che eviterà la fuoriuscita della mozzarella durante la frittura.
  • Ripetete la stessa operazione fino a terminare gli ingredienti. Intanto mettete a scaldare l’olio in una padella sul fuoco e quando sarà bollente, immergetevi i sandwich facendoli dorare in modo dorare in modo uniforme da ambo i lati. Quando saranno pronti metteteli a scolare su della carta assorbente.
  • Per il sugo: in una padella mettere dell’olio extravergine di oliva, imbiondire l’aglio e adagiarci i pomodori San Marzano, salarli e farli cuocere lentamente
  • Per il servizio: adagiare i San Marzano in un piatto fondo, aggiungere sopra il sandwich di mozzarella, completare con il basilico e pepe e servire a tavola.

Si ringrazia il portale worldrecipes.expo2015.org

 

Luogo
Campania
Parole chiave
gastronomia, Pomodoro San Marzano, ricetta

Materiali simili

Enogastronomia

I segreti della pasticceria siciliana

Sicilia
Mostra
Enogastronomia

La pasta di Sardegna

Sardegna
Mostra
Enogastronomia

L’Enogastronomia della Riviera di Ulisse

Lazio
Mostra
Enogastronomia

Il tartufo nero di Norcia

Umbria
Mostra
Enogastronomia

Sagre italiane di luglio

Mostra
Enogastronomia

Lo zafferano d’Abruzzo

Abruzzo
Mostra
Enogastronomia

  Newsletter