10 idee per un aperitivo italiano

L’aperitivo è una tradizione imprescindibile in molte Regioni d’Italia. È un modo di incontrarsi con gli amici, rilassarsi dopo una giornata di lavoro, scambiare opinioni. Tutte cose in cui gli italiani, come i russi, sono campioni. Ecco per voi 10 idee per preparare il perfetto aperitivo italiano!

 

Pizzette da aperitivo con farina integrale

Le pizzette dalla forma rotonda, sono spesso presenti nei buffet soprattutto all’ora dell’aperitivo. Con la loro consistenza morbida e il profumo del sugo fresco sono veramente irresistibili. Un po’ come le ciliegie “una tira l’altra”. In questa ricetta uso la farina integrale e la mozzarella light per tenere sotto controllo le calorie.

– 500 grammi di Farina integrale
– 250 grammi di Mozzarella, light
– 20 grammi di Lievito di birra
– 500 grammi di Pomodori pelati in scatola
– 2 cucchiai da tavola di Olio extravergine d’oliva (EVO)
  • Per preparare le pizzette dovrete prima sciogliere il lievito di birra nell’acqua. Poi fate un buco al centro della farina e versateci l’acqua con il lievito. Iniziate ad impastare energicamente. Aggiungete l’olio, il sale e continuate a impastare. A questo punto, formate una palla e lasciate lievitare per tre ore.
  • Trascorso il tempo della lievitazione vedrete come l’impasto ha raddoppiato il suo volume. Stendete la pasta aiutandovi con un mattarello. Fate dei cerchi per dare la forma delle classiche pizzette. Ungete una teglia e riponeteci le formine. Conditele prima solo con il sugo, mettetele in forno a 180° per 10 minuti. Tiratele fuori e metteteci sopra la mozzarella light. Riponetele in forno per altri 5 minuti.

 

Mozzarella fritta

Le mozzarelle sono tra i prodotti tipici pugliese, si trovano caseifici ad ogni angolo di Bari e non solo, e la mozzarella fritta rappresenta un antipasto o un aperitivo stuzzicante e appetitoso.

– 600 grammi di Mozzarella
– 200 grammi di Farina
– 2 Uova
– 200 grammi di Pangrattato
– 1 litro di Olio di semi per frittura, olio di arachidi
– 8 prese di Sale
  • Tagliare la mozzarella a dadi della grandezza desiderata e lasciarla riposare 30′ nel colino per far perdere il latte in eccesso. Infarinare la mozzarella, passarla nelle uova e poi nel pangrattato. Scaldare l’olio in una padella. Friggere la mozzarella e quando sarà dorata, scolarla e metterla ad asciugare su carta da frittura. Salare.
  • Disporre la mozzarella su un piatto di portata e servire caldo o freddo.

 

Pinzimonio di verdure

Il pinzimonio di verdure è un antipasto (o contorno) leggero, fresco e molto salutare che consiste in un misto di verdure crude tagliate a bastoncini o pezzetti da intingere in un condimento (il pinzimonio, appunto) fatto con olio e sale al quale si può aggiungere pepe, del succo di limone o dell’aceto; il condimento viene sbattuto con una forchetta in modo da formare un’emulsione. Il pinzimonio di verdure è una pietanza classica e molto vivace che può essere preparata con verdure crude di ogni tipo e può essere servita ponendo le stesse in un’unica ciotola comune posta al centro della tavola dalla quale ogni commensale può prelevare le verdure da intingere nel proprio personale pinzimonio. Il pinzimonio di verdure da noi presentato è una versione alternativa, dove le verdure sono adagiate in piccoli bicchierini, ma nulla vi impedisce di riporlo in un’unica insalatiera o, per una versione più elegante, su di un’alzata.

– 2 Sedano, coste
– 2 Carote
– 1 Finocchi
– 75 grammi di Peperoni gialli
– 100 grammi di Radicchio, piccolo
– 12 Ravanelli
– 200 grammi di Olio di oliva
– 50 millilitri di Succo di limone
– 30 grammi di Aceto
– 3 grammi di Pepe nero, macinato
– 75 grammi di Peperoni rossi
  • Scegliete due gambi di sedano teneri (quelli interni al fascio di sedano) togliete loro le foglie poste sulle estremità, eliminate gli eventuali filamenti intaccando con un coltello la base di ogni costa e tirando verso l’estremità opposta. Tagliate i gambi in due parti di eguale lunghezza e poi ricavate dei bastoncini tagliando i pezzi ottenuti per il verso della lunghezza.
  • Prendete il finocchio, eliminate le estremità con le foglioline e poi anche quella opposta; eliminate le foglie carnose esterne più coriacee e poi tagliate il finocchio in quattro parti uguali che ridurrete ancora a metà.
  • Prendete i mezzi peperoni, eliminate i filamenti e le parti bianche interne, spuntate le estremità per renderle regolari, quindi tagliate i peperoni in listerelle.
  • Sbucciate le carote, spuntatele e tagliatele in fette parallele che poi dividerete in bastoncini.
  • Togliete le foglie esterne rovinate del radicchio e mantenete quelle fresche e integre staccandole dalla sua base. Dividete le verdure tagliate in piccoli bicchierini e preparate 4 ciotoline contenenti dell’olio extravergine d’oliva di ottima qualità.
  • Disponete al centro della tavola gli ulteriori condimenti che serviranno per arricchire il pinzimonio e lasciate che ogni commensale se lo prepari rispettando i propri gusti.

 

Frittatine di asparagi

Una ricetta veloce e primaverile a base di asparagi, perfetta per un invitante aperitivo.

– 300 grammi di Asparagi
– 6 Uova
– 3 cucchiai da tavola di Parmigiano Reggiano, grattugiato
– 1 cucchiaio da tè di Timo essiccato
– 1 cucchiaio da tè di Prezzemolo, tritato
– 40 grammi di Burro
– 1 pizzico di Sale
– 1 pizzico di Pepe nero, macinato fresco
  • Lavate e pulite gli asparagi, privandoli della parte bianca e dura del gambo.
  • Immergeteli in acqua salata portata a bollore, usando una pentola alta e stretta, avendo cura di non immergere completamente le punte. Bollite per 4 o 5 minuti, poi scolateli delicatamente e lasciateli sgocciolare. Sbattete le uova in una terrina, aggiungendo timo, prezzemolo, parmigiano e regolando di sale e pepe.
  • Tagliate gli asparagi bolliti a rondelle, conservando qualche punta per decorare le frittatine. Unite gli asparagi alle uova. Cuocete in forno preriscaldato a 180°C per 16-17 minuti, in formine monoporzione imburrate. Servite le frittatine tiepide o calde.

 

Polpette d’orzo e melenzane al forno

Ricetta nata casualmente per un aperitivo dell’ultimo momento, utilizzando ciò che avevo a disposizione. Perfette per un antipasto o aperitivo se servite lungo stecchi intervallate da fettine sottili di melanzane e foglioline di menta o come secondo piatto, condite con pomodoro fresco appena sbollentato, sale, pepe, e un giro di olio extra vergine di oliva a crudo.

– 120 grammi di Orzo perlato
– 1 Melanzane, grande, tonda
– 1 Uova
– 1 Spicchio di aglio
– 1 cucchiaio da tavola di Menta, fresca, tritata
– 20 grammi di Pecorino romano, grattugiato
– 1 pizzico di Sale
– 1 pizzico di Pepe nero
– 1 tazza da tè di Pangrattato
  • Lavate la melanzana, eliminate la pelle, tagliatela a dadini. Fatela bollire sino a che non diventi morbida, scolatela e lasciatela raffreddare. Preriscaldate il forno a 180°C.Portate ad ebollizione una pentola d’acqua salata, aggiungete l’orzo e lasciatelo cuocere per circa 20 minuti. Poi scolatelo e fatelo intiepidire.
  • Tritate grossolanamente le melanzane, mettetele in una terrina e aggiungete l’orzo, l’uovo (o la patata bollita schiacciata) la menta sminuzzata, lo spicchio d’aglio tritato e aggiustate di sale e pepe. Impastate il tutto, e se il composto vi sembra troppo morbido, aggiungete un po’ di pangrattato.
  • Con le mani formate delle polpette grandi a vostro piacimento e passatele nel pan grattato. Quando il forno ha raggiunto la temperatura desiderata, disponete le polpette in una teglia leggermente oleata (in alternativa potete utilizzare la carta forno), e infornate per 20/30 minuti.

 

Cannoli di sfoglia alla crema di salmone

I cannoli di pasta sfoglia sono un ottimo finger food da servire con un buon vino bianco secco, magari come aperitivo o antipasto. I cannoli si pasta sfoglia al salmone, sono ideali anche per arricchire un buffet o la tavola delle feste, in qualsiasi stagione.

– 500 grammi di Pasta sfoglia, rettangolare
– 200 grammi di Formaggio spalmabile
– 100 grammi di Salmone affumicato
– 1 cucchiaio da tavola di Succo di limone
– 1 cucchiaio da tavola di Prezzemolo, tritato
– 60 grammi di Grana Padano, grattugiato
– 1 Uova
– 25 grammi di Semi di papavero
– 25 grammi di Burro
– 1 pizzico di Sale
– 0.5 pizzico di Pepe nero
  • Avvalendoci di un mixer, tritiamo finemente insieme al formaggio spalmabile, il salmone affumicato, il prezzemolo e il formaggio Grana Padano. Aggiungiamo al composto ottenuto, il succo del limone, il sale e il pepe nero. Riporre in frigorifero a riposare per circa trenta minuti.
  • Procuriamoci dei cannoli di alluminio e imburriamoli, tagliamo la pasta sfoglia in 10 rettangoli e avvolgiamola intorno a ogni singolo cannolo, a spirale. Sbattiamo l’uovo e, con un pennello da cucina, passiamolo sui cannoli di sfoglia. Spolverizziamo con dei semi di papavero e inforniamo a 180° fino a doratura.
  • Una volta cotti i cannoli, li estraiamo dai tubi quando sono ancora caldi e li farciamo con la crema preparata in precedenza.

 

Fiori di zucca con alici e mozzarella di bufala

Questo piatto è uno stuzzichino veloce per l’aperitivo: preparato in base alla stagionalità del prodotto esalta tutto il sapore e la bontà della materia prima: il fiore di zucca. Con la mozzarella di bufala campana dop e le alici è un piatto tipico italiano tutto da gustare.

– 16 Fiori di zucca
– 200 grammi di Mozzarella di bufala, Campana dop
– 16 Alici o Acciughe sott’olio
– 150 grammi di Farina di grano duro o semola
– 3 Uova
– 1 pizzico di Sale
– 1 pizzico di Pepe nero
  • Sciacquare i fiori, nettarli e togliere il pistillo.Farcirli con alici e mozzarella.
  • Preparare la pastella con 2 tuorli e 1 un uovo intero, montare le chiare a neve. Mischiare i tuorli con un pizzico di sale, aggiungere la farina e le chiare mescolando lentamente dall’alto verso il basso. Pastellare, friggere in olio EVO per qualche minuto, scolare e adagiare su carta assorbente.
  • Disporre i fiori in un piatto da portata o in piattini aggiungendo come decoro, a piacere, anche un fiore di zucca.

 

Olive condite piccanti

Olive piccanti. Procuratevi delle normali olive in salamoia verdi e nere e conditele con peperoncino, origano, aglio, cipollotti freschi, aceto, olio d’oliva e sale. Sono buonissime! Servitele come stuzzichino per accompagnare l’aperitivo insieme ad altri finger food o in un piatto assortito di antipasti all’italiana.

– 250 grammi di Olive verdi in salamoia, snocciolate
– 250 grammi di Olive nere, in salamoia, snocciolate
– 2 Spicchio di aglio
– 80 grammi di Cipollotto fresco
– 50 grammi di Peperoncino rosso piccante
– 1 pizzico di Origano essiccato
– 40 grammi di Olio extravergine d’oliva (EVO)
– 1 cucchiaio da tavola di Aceto (di vino bianco)
  • Scolate bene le olive dalla salamoia. Mettetele in due ciotole separate. Lasciate riposare in luogo fresco per almeno mezza giornata, prima di servire i due tipi di olive.
  • Condite le olive verdi con un pizzico di origano, qualche pezzetto di peperoncino, due cucchiai di olio, una spruzzata di aceto e uno spicchio di aglio. Mescolate accuratamente, assaggiate ed eventualmente regolate di sale. Condite le olive nere con l’altro spicchio d’aglio, qualche pezzetto di peperoncino, le cipolline intere, se sono molto piccole, oppure affettate e il resto dell’olio. Mescolate bene, assaggiate ed eventualmente regolate di sale.

 

Pacchetti di melanzane e speck

La ricetta che vi propongo è semplice, versatile e di effetto. Può essere usata sia come finger food per degli aperitivi o anche per un secondo/contorno sfizioso estivo che si può preparare anche un po’ in anticipo. L’ingrediente base è la melanzana, ortaggio tipico dell’estate. È una grossa bacca di forma e colore diversa secondo le varietà di una pianta, della famiglia delle Solanacee, la stessa delle patate, dei pomodori, e dei peperoni. Quest’anno le ho coltivate anche io: lunghe, tonde e addirittura ho provato la varietà bianca che ad essere sincera non conoscevo. Quest’ultima è una varietà ricca di antiossidanti capaci di neutralizzare i radicali liberi e proteggere l’organismo dalla loro azione di invecchiamento cellulare. Ha una bassa presenza di semi ed il suo uso in cucina non presenta problemi: è versatile e si adatta a tutti gli usi.

– 2 Melanzane, tnde e grosse
– 100 grammi di Robiola
– 15 Basilico, in foglie
– 100 grammi di Speck, Igp
– 10 Erba cipollina, fili
– 2 prese di Sale dell’Himalaya (rosa)
– 1 cucchiaio da tavola di Olio extravergine d’oliva (EVO)
  • La cosa più lunga da fare è quella di grigliare le melanzane, ma io questa volta ho optato per una soluzione altrettanto buona e decisamente più light e meno impegnativa. Dopo aver lavato le melanzane le ho tagliate a fette e stese sulla teglia sopra un foglio di carta forno. Le ho cotte in forno a 170° per 10-15 minuti, poi vi regolate voi a seconda dello spessore delle fette. A questo punto tutti gli ingredienti sono pronti per essere assemblati.
  • Nel frattempo ho preso le foglie del basilico pulite e la robiola e le ho messe nel bicchiere del frullatore ad immersione. Le ho frullate qualche secondo facendo amalgamare bene il tutto. Inizio disponendo un po’ per volta le fette di melanzane sul tagliere. Le condisco con un pizzico di sale, poi spalmo un po’ di crema di robiola e basilico e infine adagio sopra una fetta si speck. A questo punto è giunto il momento di arrotolarle e legarle con un filo di erba cipollina. Consiglio di aggiungere un filo di olio a crudo.

 

Girelle di sfoglia con patate e mortadella

Le girelle di sfoglia con patate e mortadella, sono un antipasto o un aperitivo finger food, facile, veloce ed economico. Realizzarle è davvero molto semplice. Di solito le consiglio per completare i buffet alle feste di compleanno, anche dei bambini. Pochi ingredienti e grande resa!

– 275 grammi di Pasta sfoglia
– 120 grammi di Patate, lesse
– 100 grammi di Mortadella
– 1 cucchiaio da tavola di Olio extravergine d’oliva (EVO)
– 5 grammi di Sale
  • Dopo aver lessato le patate, passarle nello schiacciapatate e raccogliere la purea in una terrina. Unire un pizzico di sale, un filo d’olio e mescolare. Stendere il rotolo di pasta sfoglia e versare su le patate e le fette di mortadella, arrotolarlo su se stesso e avvolgerlo nella carta forno.
  • Lasciarlo circa 20 minuti in freezer per farlo compattare. In questo modo quando taglieremo le girelle il ripieno non uscirà. Trascorsi 10 minuti, tagliare le girelle e metterle su una teglia foderata di carta forno e lasciarle cuocere a forno statico a 160° per circa 15 minuti circa.
  • Quando saranno ben dorate, le girelle di sfoglia con patate e mortadella saranno pronte per essere gustate. Ottime sia calde che fredde.

Si ringrazia il portale worldrecipes.expo2015.org

 

Parole chiave
gastronomia, ricetta

Materiali simili

Enogastronomia

I segreti della pasticceria napoletana

Campania
Mostra
Enogastronomia

Le ricette tradizionali della cucina ferrarese

Emilia-Romagna
Mostra
Enogastronomia

Piatti tipici dell’Abruzzo

Abruzzo
Mostra
Enogastronomia

Un menù natalizio italiano

Lombardia, Campania, Emilia-Romagna, Veneto
Mostra
Enogastronomia

Il panettone

Lombardia
Mostra
Enogastronomia

I dolci natalizi del sud Italia

Abruzzo, Campania, Calabria, Puglia, Sicilia
Mostra
Enogastronomia

  Newsletter