5 ricette italiane per vegetariani

La cucina vegetariana ha sempre più successo: salutare e basata su ingredienti naturali, i vegetariani trovano moltissime possibilità nella cucina italiana, legata alla terra. Ecco 5 ricette per tutti i gusti!

 

Carbonara di zucchine

Una rivisitazione diversa, originale e vegetariana della classica carbonara.

– 2 Zucchine, a dadini
– 4 Uova
– 2 pizzichi di Pepe nero
– 1 cucchiaio da tavola di Olio di oliva
– 2 cucchiai di Parmigiano
– 2 cucchiai da tavola di Pecorino romano
– 1 pizzico di Sale
– 370 grammi di Pasta di farro, Linguine
  • Tagliare le zucchine a piccoli cubetti, togliendo la parte centrale delle zucchine e utilizzando solo la parte più esterna. In una padella ben calda, versare un filo di olio di oliva e cuocere le zucchine saltandole con un pizzico di sale e un pizzico di pepe nero. Le zucchine dovranno risultare croccanti.
  • Cuocere la pasta in acqua salata e, nel frattempo, preparare il condimento mettendo le uova e i formaggi in una ciotola. Mescolare bene. A cottura ultimata della pasta, mescolare in padella con le zucchine e dopo un minuto circa aggiungere il composto di uova e formaggio e saltare la pasta a fuoco vivo. Se la pasta risulta troppo asciutta, aggiungere un mestolo di acqua di cottura della pasta.

 

Lasagne alle verdure

Le lasagne sono un primo piatto tradizionale della cucina italiana, diventate ben presto famose in tutto il mondo con infinite varianti.

In origine erano preparate per i pranzi importanti, perché la preparazione era lunga e abbastanza complicata, considerando che la pasta era fatta in casa e “tirata” (questo il termine corretto per descrivere il procedimento per stendere la pasta) a mano. Seguiva la preparazione del ragù (le lasagne erano rigorosamente di carne) che richiedeva tempi di cottura lunghi, quindi la preparazione della salsa besciamella, poi l’unione dei vari componenti ed infine la cottura. Con il tempo le procedure si sono semplificate e sono state introdotte numerose varianti tutte gustose: dal pesce al pesto, alle polpette, mantenendo inalterato il gusto ricco e cremoso delle originali lasagne. Ve le presentiamo in una versione ancora diversa, con le verdure, per chi ama piatti gustosi, ma privilegia una cucina di tipo vegetariano.

– 400 grammi di Pasta all’uovo, in sfoglia
– 300 grammi di Melanzane, cubetti
– 300 grammi di Zucchine, cubetti
– 100 grammi di Porri, cubetti
– 100 grammi di Cipolle, cubetti
– 150 millilitri di Vino bianco da tavola
– 200 grammi di Parmigiano grattugiato
– 50 millilitri di Olio d’oliva
– 100 grammi di Burro
– 1 litro di Latte intero
– 100 grammi di Farina
– 10 grammi di Noce moscata macinata
  • Preparate la pasta e lasciate riposare per 30 minuti circa. Preparate la salsa besciamella; fate fondere il burro, unite la farina, un pizzico di sale e un pizzico di noce moscata, quindi il latte a filo. Porre sul fuoco e continuate a mescolare fino a che la salsa velerà il cucchiaio.
  • Preparate la salsa alle verdure: fate soffriggere la cipolla a fuoco basso, con due cucchiai di olio extravergine d’oliva. Intanto lavate e tagliate a cubetti anche tutte le altre verdure e quando la cipolla sarà dorata, aggiungetele, coprite la teglia e fatele cuocere piano per 5 minuti. Aggiungete il vino bianco, salate, coprite di nuovo e fate cuocere ancora per circa 10 minuti, girando di tanto in tanto in modo che la cottura sia uniforme. Fate degli strati alternando besciamella, salsa alle verdure, parmigiano e pasta all’uovo, terminando con besciamella e uno strato abbondante di parmigiano grattugiato.

 

Barchette di melanzane

Le barchette di melanzane vegetariane sono melanzane ripiene di melanzane, pomodoro, olive e capperi. Una ricetta tutta vegetariana ma gustosa, sana e dietetica. La melanzana povera di calorie ma ricca di sapore, l’ortaggio estivo per eccellenza.

– 1 Melanzane, grande
– 12 Pomodori ciliegini
– 20 Capperi, sottaceto
– 2 grammi di Origano, fresco
– 10 Olive nere, snocciolate
– 2 cucchiai da tavola di Pangrattato
– 1 cucchiaio da tavola di Olio extravergine d’oliva (EVO)
– 3 pizzichi di Sale
  • Lavate la melanzana, tagliatela verticalmente e svuotatela con uno scavino o con il coltello, facendo attenzione a non danneggiare la buccia. Sbollentate la Barchetta per 3 minuti, in acqua salata. Tagliate a dadini la polpa della melanzana e rosolatela con un cucchiaio di olio e un pizzico di sale per 10 minuti a fuoco moderato.
  • Lavate i pomodorini e tagliateli a dadini, tagliate a rondelle le olive nere e mischiate il tutto con i capperi, due pizzichi di sale, l’origano, la polpa di melanzane, aglio e prezzemolo. Riempite le melanzane e spolveratele con il pane grattugiato, e irrorate con un filo d’olio d’oliva. Cuocete in forno per 20 minuti a 200 grandi. Servite tiepide o fredde.

 

Risotto gorgonzola e salsa di barbabietola

Ricetta naturalmente senza glutine e vegetariana, dal colore romantico e particolarmente coreografico, ma soprattutto dal gusto unico.

– 160 grammi di Riso
– 1 Barbabietole, lesse
– 100 grammi di Gorgonzola
– ½ litro di Brodo vegetale
– 1 Scalogno
– 3 cucchiai da tavola di Brandy
– 1 cucchiaio da tavola di Olio d’oliva
– 2 cucchiai di Parmigiano
– 2 pizzichi di Sale
– 1 pizzico di Peperoncino in polvere
– 4 Erba cipollina
  • Se piace aggiungete anche un pizzico di peperoncino .Per la decorazione vi propongo un impiattamento con coppapasta e due foglie di erba cipollina. Semplicissima ma molto coreografica. Fate soffriggere l’olio con lo scalogno, quindi aggiungete il riso e sfumate con del brandy. Nel frattempo, in un pentolino, avrete fatto bollire in poco brodo la barbabietola tagliata a tocchetti, fino a che non sarà abbastanza morbida per essere frullata e ottenere una frullato un po’ liquido, eventualmente con qualche succoso pezzettino.
  • Cuocete il riso bagnandolo, al bisogno, direttamente con il frullato di barbabietola. Aggiustate di sale perché tende a essere un po’ dolce. Quindi, a 5 minuti dalla conclusione della cottura, aggiungere il gorgonzola a tocchetti e usatelo per mantecare il risotto, permettendogli di sciogliersi completamente. Se piace aggiungete anche un pizzico di peperoncino.

 

Caponata con peperoni

La caponata con peperoni è un piatto tipico della tradizione culinaria meridionale.

Una ricetta estiva che, seppur non propriamente leggera, è ricca di odori e sapori freschi, poiché preparata con le verdure di stagione, prime fra tutte le melanzane che, nei mesi di luglio ed agosto, sono ottime poiché non sono spugnose e non presentano semi. Peculiarità di questo piatto è che le verdure siano cotte separatamente per non far alterare il loro sapore.

– 2 cucchiai da tavola di Aceto
– 12 Capperi
– 30 grammi di Cipolle bianche
– 200 grammi di Melanzane
– 8 cucchiai da tavola di Olio d’oliva
– 15 Olive nere
– 200 grammi di Peperoni verdi
– 100 grammi di Pomodori
– 50 grammi di Sedano
  • Prima di tutto preparate gli ingredienti. Lavate e mondate le verdure. Tagliatele, quindi, a dadini piccoli. In una padella, fate soffriggere a fuoco alto, girando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno, i peperoni insieme a 4 cucchiai di olio per 9-10 minuti. A questo punto, con una schiumarola, togliete i peperoni dalla padella e metteteli in una terrina.
  • Nella stessa padella mettete le melanzane, aggiungete 1 cucchiaio di olio e fate cuocere per 5 minuti. Togliete anche queste e mettete nella terrina insieme ai peperoni.
  • Nella stessa padella, ora, aggiungete 2 cucchiai di olio e fate dorare sedano e cipolla per 2 minuti. Aggiungete quindi i pomodori e fateli ammorbidire per 2 minuti a fuoco medio. Aggiungete olive e capperi (tagliate anche questi a metà), girate e rigirate e aggiungete, infine, i peperoni e le melanzane messe da parte ed 1 cucchiaio di olio. Fate insaporire per un paio di minuti.
  • Aggiungete l’aceto e fate sfumare a fuoco alto per 2 minuti. A questo punto, mettete il tutto in una terrina e fate riposare per un’ora circa. Potete gustare la caponata tiepida o fredda.

Si ringrazia il portale worldrecipes.expo2015.org

 

Parole chiave
gastronomia, ricetta

Materiali simili

Enogastronomia

Il panettone

Lombardia
Mostra
Enogastronomia

Pastiglie Leone

Piemonte
Mostra
Enogastronomia

Cuciniamo con l’Ambasciatore: tonno al sesamo

Mostra
Enogastronomia

“La qualità del prodotto è la nostra priorità in assoluto” – intervista con il team del ristorante “Salumeria”

Mostra
Enogastronomia

Quiz: conosci bene la cucina italiana?

Mostra
Enogastronomia

Cuciniamo con l’Ambasciatore: risotto alla milanese

Lombardia
Mostra
Enogastronomia

  Newsletter