Deborah Burton, Harvard University" /> Deborah Burton, Harvard University" />

La cucina siciliana

"Specialmente in Sicilia, l’arte culinaria si era elevata quasi a dignità di scienza già nel V secolo A.C."
Deborah Burton, Harvard University

 

Dagli antipasti al dolce, la cucina siciliana è un continuo trionfo dei sensi. Non importa che vi troviate in città o in un piccolo paese, in qualche località costiera o nell’entroterra siculo, il vostro palato godrà di un trattamento speciale che non ha pari in nessun’altra parte del mondo.

Pasta alla norma, uno dei piatti più caratteristici in Sicilia / Shutterstock.com

D’altronde qui consumare i pasti, più che un bisogno da soddisfare è diventato un rito che si ripete tre volte al giorno: dalla ricca colazione impreziosita dalla granita durante il periodo estivo, si passa a pranzi e cene sempre abbondanti, ricchi e variegati. Seppur la cucina siciliana è tra le più varie al mondo, con decine di varianti a seconda della differente località, cercheremo di riassumere le portare più caratteristiche e ovviamente le più gustose.

Riferimenti storici

Il segreto della bontà della cucina siciliana risiede nelle numerose dominazioni che si sono susseguite in Sicilia, portando con sé anche gli aspetti culinari tipici delle loro terre d’origine e fatte proprie dai siciliani. Ad esempio, i prodotti genuini strettamente legati alla terra, tipici piatti delle zone di Ragusa e Siracusa, derivano dai Greci, cultori della semplicità e della purezza del fisico.

Agli Arabi invece, dobbiamo il connubio dei sapori come l’agrodolce o l’uso di uvetta e pinoli nella pasta, tipica della cucina siciliana occidentale. A questo inoltre si aggiungono le pietanze fortemente speziate e piccanti, senza dimenticare i dolci alla cannella o farciti di ricotta.

I Normanni importarono in Sicilia le tecniche di salatura ed essiccamento dei grandi merluzzi dell’Atlantico, rispettivamente baccalà e stoccafisso.

Gli Spagnoli invece, sono stati gli artefici di piatti elaborati come la pasta a forno, gli arancini, le sarde a beccafico e numerosi dolci nei quali ci si sbizzarrisce con decorazioni e ornamenti.

I Francesi invece portarono in Sicilia l’uso costante della cipolla, oltre a introdurre la pasta frolla e numerosi piatti a base di verdure e pesce.

 

Gli Antipasti

Iniziate il vostro pasto con una carrellata di antipasti tipici siciliani, così da far venire un incredibile appetito.

    • Acciughe crude
Acciughe marinate / Shutterstock.com

Le acciughe fanno parte del variegato pesce azzurro che potrete gustare in Sicilia. Imasculini (così chiamati in dialetto) vengono completamente diliscate e quindi messe a marinare con limone per diverse ore. Prima di essere servite vengono condite con olio, sale pepe e prezzemolo, aglio e un briciolo di peperoncino lasciando intatto tutto il sapore di mare.

    • Baccalà lesso

In questo piatto il baccalà viene lesso per circa trenta minuti in acqua bollente e servito insieme ad aglio e prezzemolo tritati, olive nere, pepe, olio d’oliva e ovviamente una bella spruzzata di limone.

    • Broccoli affogati

I broccoli sono tra le verdure che assumono gli aspetti più vari nella cucina siciliana. In questo caso, si fanno cuocere per oltre trenta minuti insieme a pepe, olio e sale e affogati con due bicchieri di vino rosso.

    • Caponata
Caponata / Shutterstock.com

La caponata o caponatina, deve il suo nome al capone, pesce apprezzato in passato ma difficile da pescare. Per questo motivo o più semplicemente perché poco alla portata economica della popolazione, il piatto venne rivisto in chiave vegetariana con largo uso di melanzane, a cui vanno aggiunte peperoni, sedano, capperi, olive ed il tutto farcito con salsa e mezzo bicchiere d’aceto.

    • Cipolla al forno

E’ senza dubbio uno dei piatti più tradizionali della cucina siciliana, in passato il prodotto più diffuso tra la popolazione siciliana. La cipolla viene semplicemente fatta cuocere in forno per circa un’ora e condita con sale, pepe, aceto e abbondante olio d’oliva.

    • Funghi porcini allólio dóliva

I boschi siciliani nascondono sotto le loro foglie diversi tipologie di funghi ed il porcino è sicuramente il più pregiato.

Servirli crudi è sicuramente il modo migliore per assaporare tutto il loro gusto. Il fungo viene tagliato a fettine sottili e condito con olio, un pizzico di limone, pepe e uno spicchio d’aglio. Accompagnatelo con pane casereccio appena tostato.

    • Olive ripiene
Ad un mercato in Sicilia / Shutterstock.com

Prodotto tipico siciliano, le olive trovano diverse collocazioni nei piatti tipici. Le olive messe in salamoia per qualche mese, vengono snocciolate e farcite con pangrattato e diversi condimenti, tra cui acciughe, peppe olio, aceto, capperi e prezzemolo.

    • Pomodori secchi

Forse vi capiterà di vedere interi terrazzi pieni di pomodori, di piccole dimensioni a prendere il sole. Ma non sono in cerca di tintarella. I pomodori vengono tagliati in due e messi ad essiccare per qualche giorno. Quindi vengono conservati per qualche giorno sott’olio, e aromatizzati con basilico, aglio, origano, e in alcuni paesi si è soliti aggiungere un po’ di pecorino. Serviti anche questi con pane nostrano.

    • Scuppularicchi

Gli scuppularicchi non possono mancare in una cena a base di pesce. Sono piccolissimi calamari e seppie, impanati e fritti. Molto croccanti e gustosi, vengono insaporiti da un pizzico di sale e pepe.

 

I Primi Piatti

I primi piatti che potrete gustare richiamano principalmente le origini contadine di questa terra.

    • Pasta con le sarde
Pasta con le sarde e pinoli / Shutterstock.com

Piatto tipico della cucina palermitana, integra perfettamente un sapore delicato come il pesce quello deciso del finocchietto. La pasta prettamente corta, viene insaporita inoltre con abbondante cipolla soffritta, mandorle, pinoli e una spolverata di zafferano. Quindi, prima di servire, si condisce con mollica abbrustolita.

    • Pasta alla Norma

Uno dei piatti più caratteristici in Sicilia, originario del catanese tanto da prendere il nome dell’opera più celebre del Bellini. La salsa di pomodoro è la componente principale, a pezzi o passata, soffritta con aglio, olio, un pizzico di pepe e un ciuffo di basilico. Le melanzane vengono fritte a parte, tagliate a fette o a tocchetti. Infine una bella grattugiata di ricotta salata.

    • Pasta con il nero di seppia
Pasta con il nero di seppia e frutti di mare / Shutterstock.com

Tipico piatto della Sicilia orientale, si ottiene dal liquido che le seppie conservano per scappare dai loro predatori. Contenuto in piccole sacche, il nero viene allungato con salsa e insaporito da aglio e olio. Al sugo saranno aggiunti pezzettini di seppie cotte insieme al soffritto.

    • Macco di San Giuseppe

Piatto caratteristico siciliano, presente soprattutto per la festività di San Giuseppe il 19 marzo, è una minestra di fave, in cui vengono aggiunti ceci, lenticchie e fagioli secchi. In alcuni casi sono presenti anche le castagne in un misto di legumi che ricorda le tradizioni contadine. In altri casi alle fave viene aggiunto soltanto del finocchietto selvatico.

 

I Dolci

    • Cannoli siciliani
Cannoli siciliani con granella di pistacchio e gocce di cioccolato / Shutterstock.com

Semplici nell’aspetto ma incredibili al gusto, i cannoli siciliani sono ormai famosi un po’ in tutto il mondo. Le cialde, fragranti e gustose, sono riempite da crema alla ricotta, al cioccolato o crema bianca e quindi farcite da una spolverata di zucchero a velo e da pistacchio o mandorle tritate. I cannoli hanno dimensioni variabili, ma tutti tremendamente buonissimi.

    • Cassata siciliana

La cassata siciliana è il dolce più famoso della tradizione siciliana, tipico della parte occidentale dell’isola, oggi preparato con maestria in tutto il territorio siciliano. Il pandispagna viene farcito da ricotta e pasta reale, oltre ad essere inzuppato da uno sciroppo a base di Marsala. La crema di ricotta, condita con pezzetti di cioccolato è ricoperta da un ulteriore strato di pandispagna. Il tutto ricoperto da una glassa di zucchero che dà al dolce il suo tipico colore bianco. Il tutto si presenta farcito da frutta candita.

Cassata siciliana, una torta tradizionale a base di ricotta / Shutterstock.com
    • Crispelle di riso

Sono dei piccoli filoncini di riso, fritti in grandi pentoloni colmi di olio bollente e quindi serviti con miele d’api e qualche scorza d’arancia. Sarà facile trovare chi li prepara direttamente sulla strada.

    • Cotognata

E’ una mostarda ricavata dalle mele cotogne, una particolare mela dolce utilizzata in diversi modi in cucina. Le mele vengono cotte e passate al setaccio, quindi abbondantemente zuccherate e insaporita con qualche spremuta di limone. Dopo la lavorazione la cotognata viene fatta riposare per qualche giorno e quindi servita in piccole formine.

 

Luogo
Sicilia
Parole chiave
gastronomia, pasta

Materiali simili

Enogastronomia

La granita siciliana

Sicilia
Mostra
Enogastronomia

Le ricette della cucina caprese

Campania
Mostra
Enogastronomia

Torino e il Piemonte: capitali del Gusto

Piemonte
Mostra
Enogastronomia

Il prosciutto di Parma

Emilia-Romagna
Mostra
Enogastronomia

La Piadina Romagnola

Emilia-Romagna
Mostra
Enogastronomia

Lo strudel di mele

Trentino-Alto-Adige, Friuli-Venezia-Giulia, Veneto
Mostra
Enogastronomia

  Newsletter