La Galleria del costume a Palazzo Pitti a Firenze

La galleria del costume, fondata nel 1983 sotto la direzione di Kristen Aschengreen Piacenti, contiene una collezione di oltre 6000 manufatti, fra abiti antichi, accessori, costumi teatrali e cinematografici che lo rende uno dei più importanti musei della moda del mondo.
La Palazzina della Meridiana vista dai Giardini di Boboli / Shutterstock.com

È l’unico museo italiano a tracciare una storia dettagliata delle mode che si sono susseguite nel tempo, grazie anche alla presenza di numerosi esemplari prestigiosi di celeberrimi stilisti come Valentino, Giorgio Armani, Gianni Versace, Emilio Pucci, Ottavio Missoni, Yves Saint Laurent e altri.

Jean Paul Gaultier, Sartoria Zecca, Giovanni Fercioni, Alma Maria Lami © polomuseale.firenze.it

Notevole è anche la collezione di costumi teatrali raccolta da Umberto Tirelli, fondatore di un’importante sartoria specializzata in questo settore.

Emilio Pucci, Roberto Cavalli, Roberta di Camerino, Sartoria Pillitteri Merlet
© polomuseale.firenze.it

Il Museo è ospitato nella Palazzina della Meridiana di Palazzo Pitti, un padiglione a sud del palazzo al quale si accede anche dal giardino di Boboli. Fu residenza di illustri personaggi della storia tra cui la famiglia dei Medici, successivamente ospitò quella dei Lorena nonchè il Re d’Italia tra la fine dell’ottocento e i primi anni del 1900.

Galleria Palatina in Palazzo Pitti © T photography / Shutterstock.com

Indirizzo: Piazza de’ Pitti, 1 – Firenze

Luogo
Toscana
Parole chiave
Firenze, moda, shopping

Materiali simili

Fotogalleria

I capolavori degli Uffizi

Toscana
Mostra
Arte e Cultura

Da Urbino a Roma con “il celeste” Raffaello

Umbria, Marche, Toscana, Lazio
Mostra
Made in Italy

L’ITALIA IN GRIGIO

Mostra
Made in Italy

Museo della Calzatura a Vigevano

Lombardia
Mostra
Made in Italy

“L’uomo in Italia si veste per sé stesso” – intervista a Raffaele Barba

Campania
Mostra
Made in Italy

Tecniche e materiali nella Firenze artigiana

Toscana
Mostra
Made in Italy

  Newsletter