Alla scoperta del marmo di Carrara

Carrara e il marmo: un legame che viene da lontano e che trova le sue radici nell'origine stessa della città che è sempre stata legata all'attività di estrazione e lavorazione del marmo.

 

Unici nel loro genere e di grande interesse per gli appassionati di scultura sono i numerosi laboratori artistici caratteristici del tessuto urbano di Carrara e dei paesi a monte. Da non perdere le numerose mostre temporanee dedicate ai grandi nomi della scultura contemporanea e le varie manifestazioni legate all’arte della lavorazione del marmo, durante le quali scultori affermati ed artisti “in erba” creano e scolpiscono in diretta nelle piazze e lungo le strade cittadine.

Per i visitatori interessati, è possibile percorrere diversi itinerari e partire alla scoperta delle cave di marmo bianco iniziando dalla visita del Museo Civico del Marmo, nato nel 1982 con lo scopo di raccogliere i preziosi reperti che documentano la storia dell’escavazione nei bacini marmiferi carraresi e le diverse fasi di produzione e lavorazione del marmo succedutesi nei secoli.

Da qui l’itinerario prosegue verso le spettacolari cave di marmo, passando sui Ponti di Vara e all’interno delle suggestive gallerie scavate nella roccia. Le cave sono situate in tre vallate: Colonnata, Ravaccione e Fantiscritti.

Nel centro storico di Carrara, nell’antico palazzo di Alberico Cybo Malaspina, ha sede anche l’Accademia di Belle Arti che accoglie sculture antiche, medievali e moderne (tra cui anche l’edicola di Fantiscritti, III sec. d.C.).

Passeggiando per le strade caratteristiche del centro si arriva al Duomo risalente ai secoli XI-XIV e in stile gotico-romanico. In esso sono custoditi affreschi e sculture del 1300-1400 ed un’opera del Bergamini. L’esterno è impreziosito dal famoso rosone di marmo bianco e da elementi zoomorfi.

Nelle immediate adiacenze del centro cittadino sorge il Parco della Padula: ricco di essenze e piante esotiche e sede dell’ottocentesca Villa Fabbricotti, è destinato a diventare, in un prossimo futuro, polo d’attrazione museale.

A Campocecina (uno dei luoghi più panoramici delle Alpi Apuane) è possibile ammirare, in località Morlungo, la Cava dei Poeti sulle cui pareti, in occasione della Biennale del 2002, sono state scolpite frasi di uomini illustri e famosi poeti e il Parco della Memoria dove sono raccolte le statue del XIV Simposio Internazionale di Scultura dedicato alla Shoah.

 

Luogo
Toscana
Parole chiave
artigianato, Carrara

Materiali simili

Made in Italy

Il vetro artistico di Murano

Veneto
Mostra
Made in Italy

Caltagirone e l’arte della ceramica

Sicilia
Mostra
Made in Italy

Artigianato e Palazzo: memorie di Russia a Firenze

Toscana
Mostra
Made in Italy

Le botteghe di Cremona: in visita ai maestri liutai

Lombardia
Mostra
Made in Italy

Le ceramiche di Faenza

Emilia-Romagna
Mostra
Made in Italy

Il Museo del Merletto di Burano

Veneto
Mostra
Dove Andare

  Newsletter