Un weekend a… Villasimius

Villasimius sorge nella punta sud orientale della Sardegna, nel lato occidentale del rio Foxi che si getta nel mare del golfo di Carbonara. L'abitato è incastonato in una zona costiera incantevole, comprendente la corona di spiagge dislocate lungo la strada che parte da Cagliari verso il Sarrabus.

 

Arenili candidi e mare trasparente hanno reso Villasimius centro turistico di notevole fama in Sardegna, anche grazie alla presenza del porto turistico situato a ridosso del promontorio di Capo Carbonara, sotto il quale si sviluppa l’Area Marina Protetta omonima, un ecosistema marino incontaminato e prezioso. Nella striscia di terra che collega Capo Carbonara alla costa si estende lo stagno di Notteri, abitato da interessanti specie avifaune che compongono spettacoli di grande suggestione per gli appassionati di birdwatching.

Marina di Villasimius / Foto: marinadivillasimius.it

Fra le attrattive culturali di Villasimius merita interesse la Fortezza Vecchia, oggi adibita a museo archeologico, ubicata su un promontorio vicino a Capo Carbonara, la torre di Porto Giunco, il faro dell’Isola dei Cavoli, oggi sede del Centro Ricerche dell’Università di Cagliari, e la torre di San Luigi, sull’isola di Serpentara, come l’Isola dei Cavoli raggiungibile dal porto turistico.

 

Cosa vedere

Porto di Villasimius

La spiaggia del Porto di Villasimius ha un fondo di sabbia e scogli granitici, punteggiato da cespugli di macchia mediterranea.

Alle sue spalle si trova la Fortezza vecchia, un castello medievale ampliato nel Seicento dagli Spagnoli, che vi aggiunsero i bastioni che gli conferiscono la peculiare forma a stella. Il monumento è vistabile ed ha un’area espositiva allestita all’aperto, dove è allestita la mostra permanente “Enemigos de la Fè, pirati e difensori costieri”, che illustra la storia delle incursioni turco-barbaresche sulle coste sarde tra il XVI e il XIX secolo.

Per la bellezza delle acque, la ricchezza della fauna e la suggestione delle località, la zona è compresa nell’Area marina protetta di Capo Carbonara.

 

Capo Carbonara

Acque smeraldine e paesaggi suggestivi: queste le caratteristiche dell’area marina protetta di Capo Carbonara, nella costa sud orientale dell’Isola. Una striscia di terra che da Villasimius si allunga sul mare, un’area che comprende Capo Boi e Punta Porceddus, nel tratto costiero che si affaccia sull’isola di Serpentara e sull’isola dei Cavoli. Istituita nel 1998, l’Area si caratterizza per le pareti granitiche, le verdi pinete e una vegetazione mediterranea molto fitta. Qui si trova uno dei punti più suggestivi della costa sarda: lo stagno di Notteri, diviso dal mare da una sottile lingua di sabbia che ospita fenicotteri, gabbiani, berte, starne. Le spiagge distese lungo il promontorio di Capo Carbonara si caratterizzano per la lucentezza della sabbia: effetto dei cristalli di quarzo, come nelle calette tra Capo Boi e Campu Longu. I fondali sono abitati da ricciole, tonni e barracuda: questa specie tropicale ha infatti scelto le acque del sud come luogo di stanziamento. Nei dintorni di Serpentara si possono incontrare i delfini, mentre nelle acque della Secca di Santa Caterina, a 10 metri di profondità, si trova la statua della Madonna del Naufrago, opera dello scultore sardo Pinuccio Sciola.

 

Simius

La spiaggia di Simius ha un fondo di sabbia bianca e sottile. Nelle vicinanze si trova lo stagno di Notteri, luogo scelto dai fenicotteri rosa come habitat.

 

Is Traias

Splendida baia protetta dal vento, lunga circa 150 metri e larga 25, ha una caratteristica forma a semicerchio. Alle estremità della spiaggia, due bellissime scogliere chiudono la baia, che ha una sabbia finissima e bianca. La vegetazione è quella della macchia mediterranea, bassa e modellata dal vento.

 

Notteri – Timi ama

La spiaggia di Notteri è un tappeto di sabbia bianca ed impalpabile bagnato da un mare limpidissimo. Per questo motivo la spiaggia è stata lo scenario ideale per la registrazione di film e spot pubblicitari. Alla preziosità del paesaggio si unisce la presenza dello specchio d’acqua di Notteri, luogo scelto dai fenicotteri rosa come habitat.

 

Come arrivare

Villasimius dista 50 Km da Cagliari.
L’aeroporto di Cagliari-Elmas è collegato con le maggiori città  italiane e internazionali.
Il porto di Cagliari è inoltre al centro di numerose rotte che attraversano il Mar Tirreno e il Mare di Sardegna.

 

Luogo
Sardegna
Parole chiave
mare, spiaggia, Villasimius, weekend

Materiali simili

Dove Andare

Un weekend a… Genova

Liguria
Mostra
Dove Andare

Un weekend a… San Gimignano

Toscana
Mostra
Dove Andare

Manfredonia

Puglia
Mostra
Dove Andare

Un weekend a… Orvieto

Umbria
Mostra
Dove Andare

Un weekend tra… i borghi del Salento

Puglia
Mostra
Dove Andare

Un weekend a… Urbino

Marche
Mostra
Dove Andare

  Newsletter